Libertas Atletica Forlì

È lo stupendo impianto del “Gotti”, agghindato a festa, ad accogliere sabato 14 e domenica 15 maggio gli oltre 1.000 atleti provenienti da tutte le provincie della regione, ai quali vanno aggiunti tecnici, accompagnatori e giudici, oltre al numeroso pubblico accorso per seguire i Campionati di Società 2022, prima gara di assoluto valore regionale.
Ma cosa sono i CDS? I CDS (Campionati di società) sono una gara atipica per l’atletica, che in questa occasione abbandona la sua prerogativa individualistica per eccellenza, trasformandosi in un vero e proprio sport di squadra, in quanto il regolamento obbliga le società partecipanti a “coprire” 18 gare diverse e la relativa classifica finale viene determinata dalla somma dei punteggi conseguiti.

Dopo la prima fase per due mesi (fino al 15 luglio) gli atleti delle società partecipanti cercheranno di migliorare tempi e prestazioni al fine di accumulare punti. Al termine del quale le migliori 24 società si contenderanno il titolo di Campione d’Italia. Ogni gara viene seguita dai compagni di squadra con cori e incitamenti e la tribuna si colora di bandiere e striscioni: una vera festa per lo sport, ancora di più in considerazione del particolare periodo storico-sociale che stiamo vivendo con grande apprensione.

La Libertas Atletica Forlì si è presentata alla prestigiosa gara nella propria città con la squadra di atleti in gran spolvero e con grandi aspettative, dopo una esaltante stagione invernale indoor con piazzamenti di rilievo nazionale ai Campionati Italiani Assoluti e di categoria. Al termine delle due giornate di gare la squadra maschile si piazza al 6° posto sulle 36 società partecipanti con 11.083 punti, dietro alle super potenze Fratellanza MO, Virtus BO, Cus PR, Sacmi Imola e Montanari Gruzza RE, mentre la squadra femminile si piazza al 15° posto con 8.253 punti.

Ottime le prestazioni e i piazzamenti dei giavellottisti Francesco Bertozzi e Matteo Castelvetro rispettivamente primo con 60,90m e secondo con 58,65m; Giada Donati prima negli 800m col tempo di 2’14”56; Giovanni Benedetti terzo nel disco con 41,62m; infine Luca Marsicovetere terzo nei 200m col tempo di 22”46 e terzo nei 400m col tempo di assoluto valore nazionale di 49”49. Una prestazione che consente a Luca, a soli 16 anni, di ottenere la quinta posizione nel ranking nazionale di specialità, a soli 49 centesimi dal minimo di partecipazione agli Europei Under 18 di Gerusalemme. Da ricordare l’epica impresa del marciatore portacolori della Libertas Samuele Piovaccari che nonostante una recente frattura al setto nasale, porta a termine i 10km di marcia tagliando il traguardo con le braccia al cielo, in un “Gotti” completamente deserto e solo con pochi giudici a testimoniare la sua memorabile fatica… una storia d’altri tempi.