Legalità

Grande festa martedì 24 maggio per oltre 200 studenti al Complesso della Legalità di Viale dell’Appennino 282, nella tensostruttura allestita per l’occasione, alla presenza del sindaco di Forlì Gian Luca Zattini e dell’assessore comunale alla Legalità Maria Pia Baroni, per la cerimonia di premiazione del concorso “Io non mi volto” edizione 2021-2022 destinato agli istituti di istruzione secondaria di primo e secondo grado del territorio. Alla cerimonia hanno partecipato anche il tenente colonnello De Gori comandante del Nucleo tutela dei beni culturali di Bologna Arma dei Carabinieri, il vicecomandante del Corpo di Polizia Municipale di Forlì Andrea Gualtieri, l’assessore alle Politiche Giovanili ed Educative Paola Casara e  Alessandra Prati del Provveditorato agli Studi della provincia di Forlì Cesena.

L’iniziativa, moderata da Mario Proli, ha proposto una riflessione sul tema legalità-ambiente nelle sue diverse accezioni ed aspetti, sui diversi fenomeni di illegalità e sulle ricadute che gli stessi hanno sull’ambiente e sull’uomo. Il concorso, che vede il sostegno della Regione Emilia Romagna, è parte integrante del programma di iniziative Vivere la Legalità, a cura dell’assessorato alla Legalità, che dal 24 al 27 maggio animeranno il Complesso della Legalità.

La premiazione è stata preceduta da un dialogo, dedicato ai temi dell’ambiente, tra l’artista Roberto Mercadini e gli studenti. Sono stati premiati i ragazzi e i relativi istituti di appartenenza. Per gli istituti di istruzione secondaria di primo grado: l’Istituto Comprensivo n. 3 Orceoli classe 3A e l’Istituto comprensivo n.7 Carmen Silvestroni classi I A -IB- I E –IF. Per gli Istituti di istruzione secondaria di secondo grado: ITTS G. Marconi Classe 2B, il Liceo Scientifico Fulcieri Paolucci Di Calboli classe 1B, il Liceo Scientifico Fulcieri Paolucci Di Calboli classe 2A e classe 2H Scienze Applicate.

La giornata di festa è proseguita in serata con lo spettacolo di e con Roberto Mercadini che ha visto il tutto esaurito. Lo spettacolo è stato preceduto da una breve introduzione dell’Assessore comunale alla Legalità Maria Pia Baroni in merito alla necessità di portare il complesso della legalità a conoscenza di tutta la comunità forlivese, perché possa diventare un luogo condiviso di riflessione sui temi della legalità e della cittadinanza attiva. Ha porto il suo saluto anche il presidente della Consulta comunale sulla Legalità Riccardo Tessarini e i tecnici diretti dall’ingegnere Foca hanno fornito taluni spunti tecnici sul completamento del complesso.