Onofri-Poderi-Dal-Nespoli-Softball Forli

Sestese Softball – Poderi Dal Nespoli Softball Forlì
Gara1: 0-10 (4°inning): Gara2: 2-0

Nel campionato di softball, per la Poderi dal Nespoli Forlì è iniziata la fase dell’Intergirone. Le romagnole, che sono in testa al girone B, sono tornate con un pareggio dalla trasferta di Sesto Fiorentino, ultima classificata nel gruppo A. Il classico “testacoda” che si è risolto in maniera inattesa, e tuttavia legittima: largo e indiscutibile il 10-0 con cui Forlì si è imposta in garauno, risicato ma sincero il 2-0 con cui in garadue le toscane hanno sorpreso le campionesse d’Italia, colpevoli soprattutto di aver sciupato le occasioni che erano riuscite a costruire. La Poderi dal Nespoli rimane comunque in testa al suo girone, anche se Caronno grazie alla doppietta contro Parma, si è avvicinato di una lunghezza.

Era partita molto bene, Forlì. Sotto il primo vero e feroce caldo stagionale, la partita delle ore 14 filava via liscia. In pedana di lancio, il manager Juni Francisca sceglieva Carlotta Onofri, che lo ripagava con un prestazione molto controllata (una sola base-ball). Al resto pensava l’attacco, silenzioso per i primi due inning e poi finalmente esplosivo al terzo: otto punti, sei valide, e menzione speciale per Spiotta: la giovane Alice è andata nel box di battuta due volte, colpendo prima un singolo e poi un triplo. Al quarto inning, un chilometrico fuoricampo di Mariah Jameyson ha sigillato il 10-0 con cui si è chiusa la partita per la regola della “manifesta inferiorità”.

Non altrettanto liscia però andava nel rematch. Il 2-0 finale nasce da più sorgenti, ma è quello “zero” che stona veramente: nelle scorse settimane l’attacco forlivese si era mostrato ricco di qualità e di opportunità dal primo all’ultimo battitore e, oltre ad aver sempre segnato almeno tre punti a partita, soprattutto era stato capace di sfruttare ogni occasione. Stavolta andava diversamente. Una prima volta, al terzo inning, Forlì riempiva le basi senza eliminati, ma né Jameyson, né Carlotta Onofri né Laghi trovavano la battuta giusta. Al turno seguente la Poderi dal Nespoli aveva la prova d’appello, Spiotta veniva portata fino al cuscino di Terza base ma poi Cerioni era il terzo out e l’inning finiva. Le sestesi invece la loro occasione l’avevano sfruttata al secondo inning: con due singoli e un errore difensivo riempivano le basi, con un altro errore difensivo entravano i due punti decisivi. Sesto non avrebbe più nuociuto per il resto del match, ma Forlì pur sforzandosi non riusciva a giocare con la consueta efficacia.

Sabato prossimo Forlì affronterà un’altra trasferta, la sesta nei primi sette turno di campionato. Le romagnole giocheranno a Pianoro, squadra che ha giocato l’ultima partita il 16 aprile e poi si è fermata in osservanza del protocollo anti-Covid.