Fumettoteca Fumetto Scuola Umiliacchi

Il concorso di rilevanza regionale ‘Io Amo i Beni Culturali’, giunto alla X edizione, ha visto candidarsi un centinaio di istituzioni, pubbliche e private, che in associazione con le scuole del territorio hanno presentato validi progetti di valorizzazione per i beni culturali territoriali. In questo contesto, l’Istituto Comprensivo C. Silvestroni ha proposto il progetto ‘Suoni, voli e colori…’, per ‘Io Amo i Beni Culturali’ il Concorso dell’Emilia Romagna, con la scuola secondaria di I grado Pietro Zangheri e il Museo Ornitologico Ferrante Foschi, grazie alla programmazione e direzione di Paola Mercatali. Altro Istituto Comprensivo coinvolto il n. 4 ‘A. Tonelli’ con la scuola secondaria di I grado Piero Maroncelli, mentre fra i partner coinvolti, oltre all’Associazione Genitori scuola secondaria di I grado P. Zangheri, Manoni 2.0, e l’Associazione Genitori ‘Piero Maroncelli’, è presente anche la Fumettoteca Regionale Alessandro Callegati ‘Calle’.

Dall’inizio e fino alla metà del mese di maggio, per mezzo dello staff Fumettoteca si è avviata la collaborazione per presentare un’attività congiunta, da realizzare con il coinvolgimento attivo degli studenti, grazie alle ‘Lezioni di fumetto’ tenute da GianLuca Umiliacchi e svolte nelle varie aule, per una presenza globale di oltre 200 alunni, tutti molto interessati e partecipi. L’obiettivo finale è quello di realizzare per il Museo un fascicolo a stampa e online riportante attività creative, giochi didattici, fumetti, pagine da colorare, Art Therapy, adatto anche alle persone con disabilità, da presentare ai visitatori.

‘Suoni, voli e colori…’ è un progetto che gli enti capofila hanno proposto con l’intento di valorizzare la collezione del Museo Ornitologico ‘Ferrante Foschi’, di Forlì, realizzando un book didattico in grado di coinvolgere piccoli e grandi visitatori, per mezzo del concorso di idee, rivolto alle scuole secondarie di primo e secondo grado in partenariato con musei, archivi, biblioteche e teatri storici dell’Emilia Romagna. Obiettivo del concorso è avvicinare i giovani al patrimonio culturale e alle istituzioni che lo conservano, favorendo la loro partecipazione creativa e sostenendo la crescita di cittadini autonomi e consapevoli.

Il progetto intende avvicinare i ragazzi al mondo degli uccelli e al loro habitat soprattutto attraverso uscite naturalistico-ambientali, facendo vivere loro esperienze di attività a diretto contatto con la natura, stimolandoli alla conduzione di uno stile di vita sano, basato sul benessere e sulla vita all’aria aperta, oltre che all’attenzione verso l’ambiente naturale. Quanto osservato e documentato verrà poi rielaborato in aula al fine di ideare e creare elaborati espressivi e motivi decorativi ispirati alle forme e ai colori delle varie specie di uccelli, mentre i suoni saranno interpretati con attività musicali. Il Fumetto a scuola c’è andato tante volte. Come si è potuto constatare negli anni e con gli infiniti casi, il fumetto nelle aule scolastiche è anche utile, Rodari sosteneva che il fumetto era letto per apprenderlo, assimilarlo e scoprirlo come ‘nuova lingua’.

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl libro "Queering asylum in Europe" e la conferenza "Trasformare le difficoltà in opportunità"
Articolo successivoLa presentazione del libro "Tullo Morgagni, il giornalista 'volante' che inventò il Giro d'Italia"
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.