Comitato Civico SS67

Sul completamento dell’ammodernamento della Strada Statale 67 appenninica non si ravvisano novità. “Sulla vicenda continua la paralisi e del Tavolo che la Regione lo scorso 22 dicembre si è impegnata ad aprire con i Sindaci del territorio non si è ancora visto nulla”. Lo affermano i coordinatori del Comitato Civico SS67, Vincenzo Bongiorno, Alessandro Ferrini e Riccardo Ragazzini, che aggiungono: “A questo punto, come Comitato Civico SS67 ci pare opportuno promuovere noi un incontro pubblico, con l’intervento di esperti, esponenti politici e associazioni, per capire a che punto siamo con l’ammodernamento della strada. Il territorio lo attende da decenni su un importante collegamento tra Romagna e Toscana. L’intento dell’incontro è quello di fare il punto sulla situazione e capire quale ammodernamento sia possibile”.

L’incontro pubblico promosso dal Comitato Civico SS67 è in programma a Portico di Romagna, sabato 21 maggio alle ore 10,30, al Teatro Comunale “Iris Versari”. Ad introdurre e moderare il convegno sarà Vincenzo Bongiorno. Porteranno il loro saluto: Maurizio Monti sindaco di Portico-San Benedetto, Giordano Biserni presidente Asaps (Associazione Sostenitori ed Amici della Polizia Stradale), Carlo Caselli presidente di Confedilizia Forlì-Cesena ed Alessandro Ferrini. Interverrà poi Ercole Acerbi ex assessore provinciale e già presidente della Società TO.RO. che era stata costituita fra Enti economici, Enti locali e Associazioni per promuovere studi, progetti e iniziative di miglioramento viario tra la Toscana e la Romagna. Porteranno il loro contributo anche Mauro Turchi, della Direzione territoriale CNA e delegato Presidenza alle Aree Colline Forlivesi, i quattro deputati forlivesi Carlo De Girolamo, Marco Di Maio, Jacopo Morrone, Simona Vietina, il consigliere regionale forlivese Massimiliano Pompignoli.

Dispiace – osservano Bongiorno, Ferrini e Ragazzini – che la Provincia di Forlì-Cesena, invitata con ampio anticipo non sia finora riuscita ad indicare un proprio esponente per intervenire. Speriamo riescano a trovare qualcuno entro sabato 21. Notiamo, comunque, che la Provincia sull’ammodernamento della SS67 appenninica, continua a mantenere un profilo di silenzio che non capiamo, considerato che tutte le principali forze politiche, comprese quelle che guidano l’Ente di piazza Morgagni, si sono espressa a favore”.