Billi: «Le criticità del servizio di Alea devono essere risolte»

0

Per il candidato sindaco Francesco Billi: “Con Alea avevano promesso costi minori per un servizio migliore. Questo non sta succedendo. Gli amministratori di Castrocaro e Terra del Sole sono ben posizionati all’interno degli organi decisionali di Alea, ma la loro presenza non ha inciso minimamente a vantaggio della nostra comunità”.

Chiaro il riferimento al vicesindaco William Sanzani, da alcuni anni presidente del coordinamento soci di Alea. “Pensiamo alla nostra Isola Ecologica: molti rifiuti non vengono accettati e devono essere trasportati in altri centri. Aiutiamo l’ambiente se dobbiamo andare a Forlì in auto anche solo per buttare un televisore? Le condizioni per estendere il servizio ci sarebbero e questo era un obiettivo da perseguire con determinazione fin dall’introduzione del porta a porta. Invece stiamo perdendo tempo”.

Mi sembra assurdo, poi, che se un cittadino raccoglie le foglie sul marciapiede davanti a casa, si debba sobbarcare i costi del bidone vegetale. Se n’è parlato anche Venerdì sera con la cittadinanza di Pieve Salutare. In questa maniera si punisce il senso civico e con il degrado in cui versa il nostro territorio non ce lo possiamo permettere. Dall’altra parte, invece, cosa sta facendo Alea per aiutare i Comuni a contrastare l’odiosa pratica, sempre più diffusa, dell’abbandono dei rifiuti? Credo sia urgente sedersi al tavolo per individuare una strategia comune per contenere questi gesti incivili, magari coinvolgendo le associazioni ambientaliste. E ancora: è così complicato individuare metodi di raccolta differenziata più pratici nelle zone con esigenze particolari, come le aree rurali o i centri storici? C’è l’intenzione di riproporzionare le tariffe, soprattutto per quelle attività economiche oltremodo penalizzate?

Conclude il candidato Billi: “La raccolta differenziata è un argomento che merita massima serietà: perciò le criticità di Alea vanno affrontate e risolte politicamente, aprendo un dibattito onesto e realista. Negli ultimi anni queste tematiche sono scomparse dall’agenda politica locale, ma trascinando i problemi si rischia solo di aumentare la sfiducia negli utenti. Credo che la prossima amministrazione, invece, debba mettere in discussione molti aspetti di questo servizio, cercando tutte le soluzioni possibili per migliorare decoro, igiene e pulizia del territorio nell’interesse dell’ambiente, dei residenti e dell’immagine turistica del nostro Comune”.