Bagno Bandito 211

0

Bagno Bandito 211
Lungomare Gabriele D’Annunzio, 211 Cervia (RA)
Giorno di chiusura: a pranzo sempre aperto; per Cena solo in estate. Felix sta studiando l’apertura annuale.
Si può prenotare? Si, consigliato.
Carte di Credito? Si tutte tranne American Express.
Come arrivare, itinerario consigliato. Ti porti a Cervia vai sul Lungomare, dietro il mastodontico Grand Hotel troverai Bandito, è il Bagno 211.
Parcheggio: antistante, a pagamento in primavera/estate.
Locale climatizzato e con sale all’aperto.

Bagno Bandito 211 è il nome che l’imprenditore Alessandro Fanelli, detto Felix, ha saputo dare al locale, riprendendo il nickname del suo prodotto di punta, il Gin Bandito, vanto e sua produzione, oltre ad un whisky ad altri prodotti che vedremo sul pezzo (Cioccolato; Panettone; Colomba).
Siamo qua al Bagno Bandito 211, locale posto davanti al Grand Hotel, o quello che fu, che rappresentava (Felix non ha notizie sul ripristino); un bel bagno con delle sale a cielo aperto e pure semicoperte che abbiamo preferito anche per il sole di inizio aprile.

Felix definisce il suo quinto locale come “Agriturismo ittico”, uno strano appellativo che non ho mai sentito prima; noi scriviamo per un Ristorante annesso al bagno al mare: ho scritto infinità pezzi, dagli anni ’70 con la signora Maria, la moglie del Bagnino, che sacrificava un paio di cabine per mettere due fornelli ed una bombola di gas per proporre gli spaghetti con le vongole ai bagnanti, una evoluzione romagnola scopiazzata dal Tirreno, vedi la Versilia.
Alessandro Fanelli “Felix”, giovane, ben piazzato, rampante, ecclettico con idee chiare. Felix mi confida che ama “spadellare” in cucina, non è un male, ricordo che ha locali con chef di provata esperienza, lui lo fa anche per diletto, oltre che per aiutare e questo l’ho notato vedendolo servire ai tavoli come un vero cameriere, ed è il titolare, veloce e gentile.

Favoloso l’elenco dei locali del “Gruppo Felix”: Felix Ristorante a Milano Marittima (cecensito 4Live); La Bottega del Felix sempre a MiMa; Officine del Sale a Cervia (recensito 4Live), da 6 anni; Sale Dolce, da 3 anni; Ristorante Spiaggia Bandito 211 Cervia; Bandito Distribuzione (Gin a nome Bandito; Wodka; Vermouth; Vini; Cioccolato; Panettoni; ecc.) in auge da 2 anni; Ghost Kitchen. In tutto un centinaio di dipendenti!
Felix si muove e si comporta con le maestranze ad hoc: capace imprenditore che forma un affiatato team di professionisti; conosco le diverse affinità dei vari locali, gli abbinamenti enogastronomici, le tipicità della Romagna messe in risalto alle Officine del Sale. Come i rari Manfrigùl dell’Artusi, antica arte golosa povera.

Felix parte a Milano Marittima con il ristorante che porta il suo nome. A fianco, per chi cerca qualcosa di più romagnolo, più alla mano, Alessandro crea “La Bottega del Felix” una Piadineria evoluta, un ristoro a base di ottima piadina romagnola. Nel tempo crea quello che sarà il fiore all’occhiello dei suoi locali: Officina del Sale sviluppato con maestria, grandi investimenti di danaro, ripristino di un bellissimo vecchio magazzino di stoccaggio dell’Oro Bianco di Cervia: il sale dolce. Non pago, Felix rileva la pasticceria ed un altro locale ancora. Ed arriviamo a questo pezzo, Bagno Bandito 211.

La tecnica imprenditoriale adottata da Felix rispecchia la mentalità manageriale di chi ha basi e visioni direttive sul personale e marketing, di chi vede in grande: linearità dei suoi locali, mix dei suoi menù come per i dolci, intercambiabilità dei suoi cuochi, ad esempio durante la mia ispezione in cucina uno chef mi ha riconosciuto sulla stessa “ispezione” alle Officine; prodotti romagnoli doc in utilizzo specie Officine.
Dimensione del locale: Bagno al mare con vera cucina e no spazi angusti con 60 coperti.
Pesce fresco proveniente da Cesenatico e da un peschereccio di Porto Garibaldi (se passate qui a vedere i pescherecci, e l’offerta al pubblico, capirete).

Target del locale $$$: Medio-alto, secondo pescato e il bere!

Note sulla cucina, tipologia espressiva: Cucina espressa alla pescivendola.
Direzione: Alessandro Fanelli. Chef Bala Sokol con due sottocuochi. Organizzazione strategica perfetta; interazione con gli altri 4 ristoranti su: pesce, carne, materia fresca. NB: lo stesso Felix serve ai tavoli e mi ha colpito.

Descrizione Menù:

Al Bandito tutti i giorni un menù nuovo da 4 antipasti, un primo piatto, secondi alla carta, un dessert.
Antipasti: assaggiamo una piadina con burro ed alici nostrane marinate: ottime (voto 8). Inoltre una piadina con sgombro e cipollina caramellata (voto 9 per la coraggiosa presenza dello sgombro). Segnalo inoltre: Vongole e Friarelli piccanti; Crudità e carpacci dell Adriatico; Tartare di tonno Ala Lunga squacquerone e fichi; Fiocco di crudo Antica Ardenga, piada e carciofo violetto di loro produzione; Canocchie di Comacchio al vapore con cicoria romana; Misticanza del nostro orto agli agrumi e formaggio primo sale di loro produzione. Voti alti.

Primi piatti. Assaggi di risotto, quasi crudo ma si mangia cosi, no discussioni: Risotto con pescato dell’Adriatico, buono (voto 7,5). Quindi uno Strozzapreti con vongoline dell’Adriatico, fantastici gli Strozza, delicate e saportite (voto 9+), quindi una Zuppa di vongole dell’Adriatico con fiocchetti di Cime di Rapa, buonissimo (voto 10). Segnalo: Tagliatelle al Ragù; Tagliolini con granceola pomodoro e basilico; Ravioli ripieni di ricotta vaccina, canocchie e colatura alici di Cetara; Top.

Secondi piatti. Formaggi di loro produzione interna, Primosale, Ricotta, ecc. Agnello delle colline di Cesena; tutta “Filiera” di alta qualità. NB: Fritto misto dell’Adriatico, con tutti i pesciolini immaginabili più il “Paganello Go” una chicca veneta, detto anche “Ghiozzo Go” un pescetto delle lagune dell’alto Adriatico, stupendo, non confonderlo con i meno pregiati Ghiozzo Nero e Paganello semplice (voto 9,5 e lode). Evidenzio: Filetto di pescato al forno con verdure; Cozze cervesi aperte naturale con aglio olio zenzero fresco e sale; Galletto bio al tegame con patate al forno; tutto buono.

Contorni. Interessante: si appoggiano al “progetto Orto Bio di Zangall” .
Pizze/Altro. Pizza nel weekend a teglia.
Nel Cestino: pane di loro produzione, ottimo (voto 8). Piada di loro produzione, stupenda (voto 9,5); Focaccia di loro produzione che ho visto in preparazione sbirciando in cucina (volto 8).

I dolci: produzione totalmente interna, intercambiabilità con gli altri 5 locali di cui la loro rinomata Pasticceria. Gelato Bandito, favoloso, abbiamo assaggiato il gusto Albicocca con Frutta sciroppata e sedano: buonissimo, Top (voto 10 e lode). Segnalo: Tiramisù; Crostate; Colomba al Gin Bandito con gelato alla crema; Tutti i Gelati di loro produzione, inclusi quelli con liquori. Top.

La carta dei Vini. Ottime etichette.
Olio sale aceto: scelta di oli locali al top; altre ottime referenze nazionali.
Caffè; infiammabili: Bandito è il nome del Gin Bandito che producono da anni, oltre ad altri Infiammabili di pregio, vedi Wodka.
La Carta dell’acqua: Plose, siamo al top.
Piatti consigliati: Pesce dell’Adriatico.
PL; fa Pranzo Lavoro? No tuttavia propone degustazioni da 24 a 45 euro.

Verdetto finale: la location esterna 10; il locale 9; Servizio 9; Voto globale sul menù: da 8 a 10.

“Sulla Porta”. Il locale vanta le Placche delle seguenti Guide:
4live.it
www.viaemiliaristoranti.it
Puoi provare altri locali del Gruppo-Felix: Officine del Sale a Cervia, cucina romagnola (Recensione 4Live); Bottega del Felix a mi mà, piadina ed altro; Ristorante Felix a Mi Mà, inoltre a Cervia, tutti recensiti 4Live: Al Porto da Mario; Locanda dei Salinari; Al Pirata. Caminetto a Mi Mà.

In definitiva: per lavoro e soprattutto per diletto; immancabile sul weekend in spiaggia (prenotare per tempo).

Gigi Arpinati