Piada e Parsot dehor

Ce lo chiede la città e ce lo chiedono i commercianti. Spiace, dunque, che anche su un testo come questo, frutto di un lavoro condiviso con le associazioni di categoria e gli operatori economici, il Partito Democratico e Forlì & Co facciano ostruzionismo e non entrino nel merito della proposta”. Sono queste le parole del gruppo consiliare della Lega sulla discussione maturata in consiglio comunale per l’approvazione del nuovo regolamento per la disciplina dei dehors.

Ancora una volta i consiglieri del PD e di Forlì & Co hanno dato prova della loro natura strumentale e mai costruttiva. Appigliandosi a meri cavilli cartografici, hanno tentato di far saltare il voto finale, preso tempo, fatto sospendere il consiglio comunale, fatto ostruzionismo e inveito contro l’Amministrazione e i funzionari del Comune. Funzionari e tecnici a cui noi rinnoviamo piena fiducia e il massimo sostegno. Senza mai entrare nel merito del provvedimento, ma continuando solamente ad escogitare cavilli tecnici e inghippi burocratici, la sinistra ha messo in mostra la parte peggiore di sé, quella che ormai siamo abituati a vedere e commentare a margine di ogni seduta, incapace di fare il bene della città e l’interesse delle nostre imprese” continua la nota leghista.

Dopo due lunghi anni di emergenza sanitaria, in cui sono cambiate le nostre abitudini e i bisogni di chi possiede un’attività commerciale, si era reso necessario mettere mano al vecchio regolamento dei dehors per vivere in sicurezza e all’aperto il nostro centro, riconfigurando il perimetro degli spazi, contribuendo alla valorizzazione dell’ambiente urbano ed alla promozione della sua immagine. Il nuovo testo, quello presentato dall’Assessore Casara e condiviso con le associazioni di categoria e gli stessi operatori, nasce proprio da questa esplicita esigenza: migliorare la fruibilità del centro storico e consentire alle imprese di usufruire di spazi aggiuntivi, funzionali all’esercizio dell’attività e a beneficio dei consumatori”.

Nulla di tutto questo è stato recepito dai consiglieri del PD e da quelli di Forlì & Co, che hanno tentato di rinviare l’approvazione del nuovo regolamento e, dunque, di bloccare gli investimenti e le attività del nostro centro per puro vezzo politico, senza avanzare argomentazioni sostanziali e alcuna proposta migliorativa. Ci fa piacere, invece, che ancora una volta il Movimento Cinque Stelle e Italia Viva abbiano apprezzato il lavoro dell’Amministrazione comunale, votando a favore della delibera e dissociandosi dal Partito Democratico e da Forlì & Co i cui consiglieri, tra i banchi dell’opposizione, appaino sempre più isolati” concludono i leghisti.