«Oggi dopo diversi mesi di lavoro, possiamo presentare la mia candidatura a sindaco, promossa da un gruppo di cittadini civici ed appoggiata da tutte le forze politiche riformiste e progressiste. Cittadini, mossi dal desiderio di rappresentare le migliori speranze per il futuro di questo Comune, che vogliono condividere con me questo percorso fino al 2027 e mi hanno chiesto di essere il garante del civismo del governo locale al servizio della comunità, con l’obiettivo chiaro e fermo di portare a termine una progettazione corposa e ben delineata alla quale bisogna dar seguito con dedizione, credendo fino in fondo nei contenuti senza soluzione di continuità.

Tale sostegno proviene dall’aver dimostrato, in questi 5 anni, di non aver ceduto il passo allo sterile scontro politico, alle polemiche e alle logiche di potere rispetto al bene pubblico, in piena sinergia con tutti gli Enti territoriali, in primis la Regione. Se di fortuna si può parlare, l’Amministrazione che ho rappresentato in questi 5 anni ne ha di certo avuto almeno una: quella di poter contare su una cittadinanza attenta e responsabile, che ha facilitato l’inaspettato compito di gestire un’epocale emergenza sanitaria, sociale ed economica, e a questa comunità vanno il mio saluto ed il mio ringraziamento.

La crisi pandemica, seguita oggi dalla guerra, ha comportato da una parte l’attivazione di risorse economiche ed umane inusuali, dall’altra ha “sparigliato le carte” in un momento in cui, solitamente, un’Amministrazione inizia a raccogliere i frutti di ciò che ha seminato. La flessibilità vivace e la collaborazione fra gli Amministratori, deputati alle scelte, e la macchina comunale, hanno permesso di non farsi abbattere dalle difficoltà, ma di rilanciare con rinnovato vigore le linee programmatiche presentate nel 2017 e cogliere ogni occasione a partire dal PNRR fino ai fondi Regionali: opportunità che oggi ci portano a parlare di quasi 15 milioni di Euro di investimenti (cantieri già ultimati o in procinto di partire) nel quinquennio 2017-2022.

La squadra che mettiamo in campo nella competizione elettorale comunale del prossimo 12 giugno è ispirata dalla ricerca delle migliori condizioni per questo territorio: i candidati sono stati scelti per professionalità, competenza, dedizione, ed esperienza e non da meri calcoli di rappresentanza di correnti partitiche e avremo il piacere di presentarvela in un evento pubblico la settimana prossima. Queste sono le caratteristiche necessarie per continuare a portare avanti i tanti progetti già avviati, lasciando un patrimonio di opere pubbliche, risorse e idee progettuali, senza interruzioni che comprometterebbero sicuramente il futuro di questo Territorio in un momento storico che vede il passaggio di un treno che non passerà più, quale l’opportunità unica dei fondi PNRR.

Auspichiamo una competizione elettorale aperta al confronto che porti avanti le capacità progettuali di questa Amministrazione, parallelamente ai fondi ottenuti, importanti e rilevanti sia per qualità che per quantità, necessari per il benessere di una comunità nella sua interezza. Chiediamo attenzione a tutti i cittadini sulla sintesi di quanto fatto nei cinque anni che vanno dal 2017 al 2022.
L’acquisto del Bastione Santa Maria, cui sta seguendo il suo restauro, che darà vita ad un polo culturale con valenza turistica. La partenza del cantiere entro l’estate per il restauro delle mura del Bastione S. Martino di Terra del Sole (1.700.000 euro); la ristrutturazione già eseguita della Rocca di Castrocaro (cortina esterna ed orecchione), che proseguirà grazie al progetto complessivo di restauro già presentato per 8.000.000 euro. La ristrutturazione dell’edificio storico castrocarese adiacente a piazza Buonincontro, da decenni in disuso, che avrà la vocazione di Casa della Cultura e della Comunità, a disposizione delle associazioni, dei giovani e dei cittadini. La riqualificazione del parco fluviale, grazie a giochi ed attrezzature sportive che verranno ulteriormente implementati, e resi ancora più fruibili grazie alla prossima illuminazione. L’ultimazione della nuova palestra, un’esigenza nata per la sicurezza dei nostri giovani, sicuramente rallentata dalla pandemia e dal difficoltoso approvvigionamento delle materie prime, ma che vedrà presto la luce come il più moderno edificio polifunzionale del territorio, di metratura pari al doppio di quella demolita.

Grazie ai progetti realizzati da questa Amministrazione, siamo riusciti ad ottenere i finanziamenti dal PNRR per i seguenti cantieri, che partiranno entro l’anno in corso: realizzazione della Casa della Comunità o della Salute (1.600.000 euro), che riunirà tutti i professionisti e gli ambiti della salute in un’unica struttura; riqualificazione di via Gramsci per 350.000 euro (rifacimento marciapiedi, manto stradale, eliminazione barriere architettoniche); restauro delle tre porte di Castrocaro (400.000 euro): Postierla, San Niccolò e San Giovanni alle Murate. La partenza del nostro mandato riguarderà il progetto di ampliamento della biblioteca (sala multifunzione per oltre 100 persone) ed una mensa più capiente per l’intero polo scolastico. I valori di accoglienza, buonvivere, qualità dell’ambiente e della salute, attenzione per le persone, ospitalità e sviluppo economico, sono patrimonio di tante generazioni di castrocaresi e terrasolani e intendiamo continuare a tutelarli. Crediamo che Insieme per Crescere, per le persone, il territorio e l’innovazione, sia la formula più ampia per rappresentare Castrocaro Terme, Terra del Sole, Pieve Salutare di oggi e di domani».

Marianna Tonellato, candidata sindaca per Castrocaro Terme, Terra del Sole e Pieve Salutare