calanco della Manuccia

Venerdì 29 aprile la Sala del Consiglio comunale di Forlimpopoli, in Piazza A. Fratti, ospiterà alle 21,00 una conferenza di Nevio Agostini, direttore dell’Ente di Gestione Parchi e Biodiversità della Romagna, dedicata alle “Pietre di Luna”, ovvero al Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola, alla sua biodiversità ed al tema dei cambiamenti climatici.

Dalla valle del Sillaro sino a Brisighella, infatti, le colline romagnole sono solcate da una spettacolare dorsale grigio argentea ben riconoscibile a prima vista, che interrompe bruscamente i dolci profili collinari conferendo un aspetto unico al paesaggio.  L’affioramento, che è il più lungo e imponente rilievo gessoso in Italia, si sviluppa per 25 km e ha una larghezza media di un chilometro e mezzo. L’area è caratterizzata da peculiari morfologie carsiche, che comprendono doline, valli cieche e numerosissime grotte, tra le quali spiccano molti “abissi”.

L’evento è stato organizzato dal Gruppo Forlimpopolese Funghi & Flora in collaborazione con il Parco Nazionale Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna e con il patrocinio del Comune di Forlimpopoli. Per accedere all’incontro, ad ingresso libero, sono richiesti a norma di legge, green pass e mascherina.