Basket Unieuro-Umana Chiusi

Unieuro Forlì – Umana Chiusi: 76-75

Unieuro Forlì: Lucas 21 (4/9, 3/6), Bolpin 16 (3/3, 3/6), Benvenuti 14 (5/7, 0/2), Rush 11 (2/5, 2/4), Bruttini 6 (3/7), Palumbo 5 (1/3, 1/1), Natali 2 (1/1, 0/4), Giachetti 1 (0/3, 0/2), Pullazi (0/2, 0/3), Zambianchi n.e., Ndour n.e, Bandini n.e. All. Dell’Agnello.
Tiri da due: 19/40 (48%). Tiri da tre: 9/28 (32%). Tiri liberi: 11/17 (65%). Rimbalzi: 36 (13+23). Assist: 16.
Umana Chiusi: Wilson 21 (4/6, 2/7), Medford 15 (4/7, 2/4), Musso 11 (1/4, 3/5), Pollone 10 (3/5, 1/3), Ancellotti 10 (5/7, 0/2), Possamai 4 (2/3), Criconia 2 (0/1, 0/1), Fratto 2 (0/3, 0/1), Biancotto, Raffaelli. All. Bassi.
Tiri da due: 19/36 (53%). Tiri da tre: 8/23 (35%). Tiri liberi: 13/17 (76%). Rimbalzi: 39 (11+28). Assist: 11.
Parziali: 16-23, 20-24, 17-11, 23-17.
Arbitri: Gonella, Ferretti, Bartolini.
Spettatori: 2127

Terza vittoria consecutiva per l’Unieuro. Dopo una partita passata interamente a rincorrere spesso una doppia cifra di svantaggio, Forlì riesce a spuntarla all’ultimo secondo grazie ad una bomba dell’americano Lucas, mattatore della serata con 21 punti. Prova importante anche da parte di Benvenuti (14 pts, 6 reb) e Bolpin (16 pts, 5 reb, 3 as). Il giovane veneto soprattutto si è dimostrato glaciale nei momenti più difficoltosi della gara, risultando determinante al punteggio finale. Per gli ospiti invece grande delusione, uscendo sconfitti da una partita che li ha visti comandare anche di 15 punti ma che non sono riusciti a portare a casa più per meriti forlivesi che demeriti propri.

Poche idee in avvio per Forlì, con azioni confusionarie. I primi due punti arrivano dalla lunetta con Benvenuti. Sul fronte Chiusi invece è Ancellotti che guida l’assalto, con 6 punti e due assist nel giro di cinque minuti. Gli ospiti provano quindi a prendere il largo, mentre l’Unieuro, con i soli Lucas e Benvenuti a segno, fatica a prendere ritmo. Come se non bastasse Rush si carica già di tre falli che lo relegano di fatto in panchina per gran parte del quarto. Con l’ingresso in corsa di Giachetti, Pullazi, Palumbo e Bruttini la situazione non cambia e si arriva alla seconda frazione con gli ospiti avanti di 7.

Si nota molta stanchezza e poca concentrazione negli uomini di Dell’Agnello, che subiscono la fisicità e l’intensità degli avversari, in particolare di Wilson e Possamai. Il risultato sono tre brutte palle perse e un -12 sul tabellone in pochi minuti. Un mini break firmato Palumbo-Bolpin riavvicina momentaneamente le due squadre, poi sale in cattedra l’esperto Musso, che dispensa assist e punti a raffica. All’intervallo lungo il punteggio dice 36-47.

Come nei precedenti due quarti la partita si gioca molto sotto canestro, dove Chiusi domina con i suoi lunghi. L’Unieuro ci prova quindi dall’arco dei tre punti ma il risultato è deludente, con zero punti su tre tentativi. La differenza tra le due squadre stasera si nota anche nell’apporto offensivo dei singoli giocatori: i romagnoli si aggrappano soprattutto alle idee di Lucas, mentre l’Umana si rende pericolosa con gran parte dei suoi giocatori, 5 dei quali con almeno 8 punti a referto. Ciò che gli avversari non possono avere è l’appoggio del pubblico, che da vero sesto uomo si fa sentire incitando e caricando Giachetti e compagni.

E ad inizio quarto periodo l’Unieuro riesce nell’impresa di raggiungere la parità dimostrando una forza di volontà incredibile. Si distinguono Bruttini e soprattutto Bolpin, glaciale nei momenti più complicati con due triple di fila e alcuni rimbalzi fondamentali. Gli ultimi cinque minuti si giocano punto a punto, con Forlì che mette finalmente la testa avanti con Benvenuti e Lucas. Nel finale al cardiopalma è proprio lui a risolvere la gara: sotto di due punti, quindici secondi da giocare, la palla viaggia tra le mani dei forlivesi rapidamente, per terminare infine in quelle di Lucas, che a un secondo dalla fine spara la tripla del sorpasso definitivo diventando l’eroe di serata. Finisce meravigliosamente 76-75.

Michele Prati