Oleodinamica Forlivese calcio a 5

Futsal Portuense – Oleodinamica Forlivese Forlì: 4-4

Futsal Portuense: Baraldi, Baroni, Benasciutti, Bet, Biral, Bock, Curci, Iaia, Mariani, Nigro, Santini, Perfetto. All. Borsatti.
Oleodinamica Forlivese Forlì: Cassano, Fabbri, Benhya, Cangini Greggi, Di Maio, Simone, Rossi, Ragazzini, Bruno, Salvatore, Betencort, Horikawa. All. Vespignani.
Arbitri: Valli di Faenza, Staffelli di Reggio Emilia.
Marcatori: 4′ Iaia; 6′ Benhya, 18′ Simone, 22′ Cangini Greggi, 27′ Biral del p.t.; 2” Bock, 13′ Curci, 28′ Cangini Greggi.

Un Forlì non brillante incappa in un mezzo passo falso sul campo della Portuense riacciuffando solo nel finale il definitivo pareggio (4-4) dopo che a cavallo dei due tempi i padroni di casa avevano ribaltato il doppio svantaggio accumulato nella prima metà di gara. Un punto che consente comunque ai ragazzi di mister Vespignani di rimanere al terzo posto in graduatoria a -3 dalla coppia Real Casalgrandese – Balca con quest’ultimi attesi sabato prossimo al Pala Marabini per quello che sarà il match di punta della settima giornata di ritorno.

Cronaca. Padroni di casa in vantaggio alla prima occasione con Iaia che al 4′ direttamente da corner sorprende Cassano complice una carambola sfortunata. La reazione forlivese è veemente con Benhya servito da Cangini che di potenza dalla distanza pareggia al 6′ e al 18′ ribalta il risultato con un rasoterra ad incrociare di Simone. Forlì allunga al 23′ con la terza rete firmata da capitan Cangini puntuale a centro area all’appuntamento col gol su perfetto assist di Betancort da corner. Sembrerebbe il preludio ad un pomeriggio tranquillo invece i padroni di casa rimontano a cavallo dell’intervallo con la rete del 2-3 al 27′ della prima frazione firmata in contropiede da Biral e col 3-3 firmato da Bock al 2′ della ripresa abile sul secondo palo ad insaccare sul tiro di Nigro. Sulle ali dell’entusiasmo la Portuense ribalta il risultato al 13′ con la rete del 4-3 di Curci. Forlì ha subito l’occasione del pari con Horikawa che colpisce il palo ma rischia poi di capitolare sul susseguente contropiede con Cassano chiamato al miracolo. Al 24′ altra occasione per l’Oleodinamica ma Benhya dal dischetto del tiro libero spreca l’occasione per il pareggio che arriva comunque al minuto 28 con capitan Cangini che finalizza un azione corale col quinto di movimento per il 4-4 finale.