Unieuro Forlì – Top Secret Ferrara: 84-78

Unieuro Forlì: Rush 25 (11/18, 1/1), Lucas 11 (1/4, 2/5), Palumbo 9 (2/5, 1/2), Giachetti 9 (1/2, 2/3), Benvenuti 8 (3/6), Bruttini 7 (3/8), Bolpin 7 (1/2, 1/3), Natali 4 (0/2, 1/2), Pullazi 4 (1/2, 0/4), Zambianchi n.e, Ndour n.e, Bandini n.e. All.: Dell’Agnello.
Tiri da due: 23/49 (47%). Tiri da tre: 8/20 (40%). Tiri liberi: 14/16 (88%). Rimbalzi: 39 (28+11). Assist: 16.
Top Secret Ferrara: Mayfield 24 (4/7, 4/6), Pacher 17 (2/7, 2/6), Petrovic 11 (1/3, 3/5), Fabi 7 (2/3, 1/3), Vencato 5 (2/3, 0/2), Panni 5 (0/1, 1/5), Zampini 5 (2/3, 0/3), Fantoni 4 (1/2), Manfrini n.e, Galliera Ricci n.e, Vildera n.e. All.: Leka.
Tiri da due: 14/29 (48%). Tiri da tre: 11/30 (37%). Tiri liberi: 17/23 (74%). Rimbalzi: 36 (29+7). Assist: 9.
Parziali: 29-20, 20-11, 21-30, 14-17.
Arbitri: Gagno, Beneduce, Praticò.
Spettatori: 2712.

Dopo tre sconfitte esterne, Forlì torna alla vittoria sfruttando la spinta del Palagalassi, diventato quasi un talismano. Dopo un primo tempo a ritmi alti, la partita è lentamente scemata di intensità, con un terzo periodo da brividi da parte dell’Unieuro che ha sciupato un vantaggio di 18 all’intervallo con gli avversari tornati sotto a -3. Esordio davanti al proprio pubblico per Lucas, autore di una buona prestazione ma calato come tutti verso la fine. Top-scorer Rush, con 25 punti.

Lucas, Palumbo, Rush, Natali e Benvenuti sono i cinque scelti da Dell’Agnello per cominciare il match. Partita equilibrata nei primi minuti, con Forlì che cerca spesso il gioco in post basso e trova 6 punti con Rush. Ferrara risponde con la tripla di Petrovic e due canestri semplici di Mayfield. Time-out ferrarese a 5 minuti dalla palla due dopo un parziale di 9-0 dei padroni di casa nel segno degli americani: Lucas si presenta con tripla e assist decisivo per Natali, Rush invece pare incontenibile in contropiede. Sono 8 punti a testa per loro alla fine del quarto, terminato in vantaggio di 9 con un bel canestro di Giachetti sulla sirena.

Il secondo periodo si apre con il tecnico a Leka che permette ai forlivesi di allungare ulteriormente. Pullazi e Bruttini inoltre controllano il pitturato, rendendo difficile il lavoro a Pacher, punta di diamante della formazione ospite. L’americano quindi si sposta sull’arco dei tre punti e segna per due volte di fila, mostrando tutto il suo eclettismo. Forlì gira molto bene la palla, giocando un basket piacevole da vedere. Vanno a segno quindi un ottimo Bolpin, Pullazi e un sempre più decisivo Palumbo. Prima dell’intervallo si assiste anche allo show personale di Rush che affonda gli estensi a -18 con due poderose schiacciate, mandando il pubblico in visibilio.

Nei primi minuti della seconda parte di gara è Ferrara a fare la partita, approfittando di un momento di appannamento forlivese. Alcuni errori banali e difese tutt’altro che impeccabili permettono agli ospiti di riportarsi incredibilmente a -6 a metà quarto, con Pacher e Petrovic sugli scudi. L’Unieuro respinge l’assalto della Top Secret solo con iniziative personali di Rush, Bolpin e Giachetti che fa tirare una boccata d’ossigeno ai suoi con una tripla allo scadere.

Il capitano spinge ancora i suoi con altri tre punti in avvio di quarto periodo, seguiti dall’antisportivo fischiato alla Top Secret: Lucas non sbaglia dalla lunetta e porta il vantaggio a 12. Le squadre sono molto stanche e il punteggio non varia di molto. Sono molte infatti le azioni personali, spesso inconcludenti. Negli ultimi minuti Ferrara non ha la forza per rientrare in partita, e Forlì può quindi sorridere vincendo col punteggio finale di 84-78.

Michele Prati