Camera di commercio

Presentato ufficialmente oggi il progetto digitale “Tutor Virtuale” della Camera di commercio della Romagna – Forlì-Cesena e Rimini: una connessione tra mondo del lavoro e mondo della conoscenza. 15 tutor e 30 studentesse e studenti si confronteranno all’interno del Portale Lavoro della Camera di commercio. Il progetto Tutor Virtuale ha lo scopo di aprire e agevolare lo sviluppo di un dialogo tra impresa, professionisti e studenti universitari – professionisti del futuro – attraverso la creazione di una community, all’interno dell’Area Riservata del Portale Lavoro della Camera di Commercio. Un primo approccio guidato al confronto tra mondo del lavoro e università con l’obiettivo di generare un flusso digitale autonomo che possa mettere in rete impresa, scuola e università. I protagonisti di questa prima edizione dell’iniziativa sono 15 tutor, imprenditori e professionisti locali e 30 studenti universitari, che saranno connessi tra di loro, con un massimo di due studenti per ogni tutor. Agli studenti viene chiesto come requisito l’iscrizione nelle sedi centrali e territoriali dell’Alma Mater Studiorum di Bologna, non escludendo la possibilità anche per studenti di altri atenei regionali. Il primo step del percorso, che ha portato alla creazione della community, ha visto l’apertura della call per la ricerca di 15 imprenditori e professionisti, conclusa con grande successo. Chi fosse interessato, in futuro, a prendere parte ad analoghe iniziative può farlo segnalando il proprio nominativo a: occupazione@romagna.camcom.it.

È ancora attiva la call per la ricerca degli studenti universitari, che resterà aperta fino al 7 aprile. Per conoscere meglio il progetto e inviare la propria candidatura, accedere alla sezione dedicata del Portale lavoro. Link diretto: https://lavoro.romagna.camcom.it/it/tutor-virtuale. Alla conferenza hanno partecipato Alberto Zambianchi presidente, Roberto Albonetti segretario generale e Maria Giovanna Briganti vice segretaria generale vicaria dell’Ente. Hanno partecipato via web anche tre di 15 tutor, Mirca Renzetti della Cooperativa La Formica di Rimini, Gualtiero Mangino titolare dell’omonima attività con sede a Misano Adriatico e Maria Cristina Giagnorio,  commercialista di Calderara di Reno.

In questi anni, la Camera di commercio della Romagna ha messo in atto molteplici attività e investito risorse per sostenere il sistema imprenditoriale e notevoli sono stati gli investimenti su digitalizzazione, innovazione, internazionalizzazione, e sostegno al credito. Grande attenzione è stata riservata anche al tema del lavoro e dell’orientamento, in modo da cercare in ogni modo di ridurre il gap che attualmente separa “domanda” e “offerta” di lavoro sui nostri Territori e sull’intero territorio nazionale, in un’ottica di informazione, formazione e innovazione – dichiara il presidente Alberto Zambianchi -. Al lavoro è infatti dedicato il progetto “Tutor Virtuale” presentato oggi, che è il kickoff di un progetto ben più ampio che ha l’obiettivo di creare un ecosistema digitale che possa consolidare, agevolare e snellire i rapporti con le imprese del territorio, in primis, ma anche con tutti gli attori coinvolti nel processo di erogazione dei servizi, per la creazione di una rete virtuosa”.

Gli avvenimenti degli ultimi anni, i cambiamenti che hanno ridefinito il nostro modo di vivere e di lavorare, inducono a mettere in discussione modelli ormai consolidati, emerge una domanda di lavoro sempre più orientata alla creatività e sempre meno alla competenza di un tempo, quest’ultima surclassata dalla nuove tecnologie. Ne è la prova evidente il rapporto diverso fra lavoro a tempo indeterminato e lavoro a tempo determinato, unitamente alla intraprendenza dei “nuovi giovani” nel fare impresa, nel rischiare il proprio talento e le proprie capacità. La Camera di commercio della Romagna, con il costante coinvolgimento delle associazioni di categoria e dei diversi corpi intermedi, ha colto immediatamente questi segnali – commenta Roberto Albonetti segretario generale della Camera di commercio della Romagna –. Oggi più che mai è necessario cercare risposte a nuovi bisogni, investire in conoscenza, ricerca ed innovazione. Il Portale lavoro, nella sua evoluzione, è una delle tappe esemplari di questo percorso”.

All’interno della community, i giovani incontreranno ogni quindici giorni il proprio Tutor attraverso la piattaforma digitale e potranno così chiarire dubbi, chiedere informazioni e consigli, ma anche osservare da vicino le dinamiche lavorative e aziendali e applicare sul campo alcuni tasks suggeriti o assegnati dagli imprenditori. I Tutor potranno illustrare ai giovani le competenze ricercate e discutere con gli studenti alcuni temi contemporanei (la parità di genere, la transizione digitale o green) che attraversano le attività economiche, aggiornando la propria visione, prendendo in considerazione nuove direzioni, e aprendo un dibattito strutturato che potrà essere allargato anche all’intera community.

Un vero progetto ‘collaborativo’ – sottolinea Maria Giovanna Briganti, vice segretaria generale vicaria della Camera di commercio della Romagna – che si fonda sull’utilizzo della tecnologia digitale come fattore abilitante del dialogo e del confronto. Attraverso un ambiente virtuale interattivo a loro dedicato, gli studenti potranno confrontarsi direttamente con chi ha esperienza manageriale o fa il mestiere dell’imprenditore per conoscere da vicino quali sono i requisiti per avviare una impresa oppure le esigenze e le aspettative di chi offre lavoro, il tutto per compiere scelte più consapevoli e vicine alle proprie aspirazioni e talenti, ma anche per arrivare maggiormente preparati ad un futuro lavoro. Un’iniziativa virtuosa anche per l’università, che con la sua terza missione, è sempre più un sistema aperto all’interazione con il tessuto imprenditoriale ed economico del territorio per lo sviluppo di competenze professionalizzanti. Protagonisti di Tutor Virtuale sono anche gli imprenditori e gli esperti che si sono resi disponibili rispondendo alla nostra call, e che ringrazio per la sensibilità e la fiducia che hanno riservato al progetto. Anche per loro il confronto coi nostri studenti è un’opportunità, un’occasione per avvicinarsi ulteriormente al mondo universitario e reperire nuove competenze di profilo elevato necessarie per essere competitivi in un contesto volatile, complesso e incerto come quello in cui ci troviamo oggi”.

Il Portale lavoro della Camera di commercio della Romagna è uno strumento innovativo, attento e utile per dare il giusto valore a un tema centrale come quello dell’occupazione, della formazione, dello sviluppo delle competenze e dell’orientamento. È una piattaforma collegata al sito istituzionale, con un’area collaborativa, che non contiene solo informazioni e descrizioni di servizi specifici dedicati a imprese, cittadini e studenti, ma progetti condivisi strutturati e approfonditi all’interno dell’Area Riservata. La struttura tripartita del Portale facilita la navigazione, anche attraverso una diversa scelta cromatica.
Viola, per l’ambito delle Esperienze sul lavoro, dove trovare possibili percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento e accedere alle diverse esperienze proposte dalla Camera e dai suoi partner.
Giallo, per quello delle Competenze per il lavoro, per orientarsi verso un mercato del lavoro sempre più esigente e dinamico rispetto alle competenze richieste, per comprenderne i principali trend e per individuare traiettorie verso cui sviluppare competenze specifiche per il proprio futuro professionale;
Azzurro, per trovare i “Numeri del lavoro”, con i dati statistici relativi all’occupazione e ai fabbisogni professionali e occupazionali espressi dalle imprese e, rilevati principalmente dal Sistema Informativo Excelsior di Unioncamere, per leggere nei dati gli scenari economici e imprenditoriali in cui operiamo.