Fumettoteca M'illumino di Meno

Venerdì 11 marzo torna ‘M’illumino di Meno‘, la diciottesima edizione, quella simbolicamente della maturità. ‘M’illumino di Meno’ è la Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili promossi da Caterpillar e Rai Radio2 con Rai per il Sociale. Seguendo l’invito di ‘M’illumino di Meno’, ovvero, spegnere, pedalare, rinverdire e migliorare, la Fumettoteca Regionale Alessandro Callegati ‘Calle’, con sede a Forlì FC, oltre all’annuale adesione per il silenzio energetico simbolico, tramite il gesto di spegnimento delle luci nella sede fumettotecaria, evidenzia la campagna nazionale con la consapevolezza che il pianeta vive un periodo ecologicamente critico e, per tale motivo, si attiva per allinearsi alla drammatica urgenza ambientale. A tale scopo, lo Staff Fumettoteca da venerdì 11 marzo, giornata con apertura straordinaria al pubblico nel pomeriggio dalle 14,00 alle 18,00, fino al 31 marzo donerà a tutti coloro che li verranno a domandare, albi e fumetti vari, usando i prodotti già stampati per evitare di doverne realizzare dei nuovi col relativo abbattimento e uso degli alberi. ‘Prevenire meglio che curare’. Per informazioni 3393085390, fumettoteca@fanzineitaliane.it.

L’edizione della celebre campagna radiofonica targata 2022 mette al centro il ruolo propositivo e trasformativo della bicicletta e delle piante, perché entrambe hanno dimostrato di poter concretamente migliorare l’esistente. Da una parte, la mobilità sostenibile con la bicicletta, che ne è simbolo, ha un effetto immediato sulla riduzione dell’inquinamento dovuto ai carburanti fossili; dall’altra, le piante sono i più efficaci ‘ripulitori di aria’ che abbiamo a disposizione – nonché i più belli. Quando nel 2005 Caterpillar, dai microfoni di Rai Radio2, ebbe l’idea di coinvolgere il pubblico in una grande festa degli stili di vita sostenibili, immaginando con l’aiuto di alcuni scienziati un decalogo sul risparmio energetico attuabile nelle vite di tutte e tutti, l’ambientalismo era un tema ancora di nicchia. Dopo 18 anni, i temi posti dalla campagna sono diventati l’asse portante delle politiche governative a livello nazionale, europeo e globale, dimostrando che il bene dell’ecologica conviene da tutti i punti di vista.

Il silenzio energetico simbolico, quel semplice gesto di spegnimento della luce che decine di migliaia di individui, istituzioni, associazioni, negozi hanno messo in pratica in questi 18 anni di campagna, è stato accompagnato negli ultimi anni da altre azioni che contribuiscono a una radicale transizione energetica. Tra queste, nell’edizione ‘della maturità’, la campagna mette al centro il ruolo propositivo e trasformativo della bicicletta e delle piante, perché entrambe hanno dimostrato di poter concretamente migliorare l’esistente. Oggi più che mai rompere la dipendenza dal gas e investire sulle rinnovabili è un gesto di pace.
Invitati, tutti, a partecipare adottando uno o più alberi nell’ambito del progetto ‘Un albero per il futuro’, gestito dal Raggruppamento Carabinieri Biodiversità, l’organizzazione fumettotecaria nel suo piccolo si impegna, senza alcuna adozione ma, con le donazioni di albi già pubblicati di rallentare l’abbattimento di altri alberi che potranno crescere con noi accompagnandoci in un percorso in grado di aumentarne la qualità ambientale.

Negli anni la partecipazione a M’Illumino di Meno è cresciuta in modo straordinario, ottenendo l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e il Patrocinio del Parlamento Europeo. Presso i locali della Fumettoteca Regionale Alessandro Callegati ‘Calle’, unica in tutta la Regione Emilia Romagna, si può prendere visione delle innovative proposte attraverso il ricco Calendario delle attività socio-culturali in previsione. Lo Staff Fumettoteca, col supporto del Centro Nazionale Studi Fanzine – Fanzinoteca d’Italia 0.2, il Comitato di Quartiere Ca’Ossi e l’Associazione Culturale 4Live, da anni gestisce con tanto impegno e molto volontariato la ‘Biblioteca dei Fumetti’, aperta anche quando le altre biblioteche sono chiuse, che è disponibile per tutti gli interessati previo accordo. Per conoscere dettagliatamente le iniziative 3393085390, fumettoteca@fanzineitaliane.it, www.fanzineitaliane.it/fumettoteca.

CONDIVIDI
Articolo precedenteAvis Forlì 4.0: l’innovazione digitale della comunicazione
Articolo successivoGiovani e Pnrr: quali opportunità per la ripartenza
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.