santa sofia

Il primo marzo, la Giunta Comunale di Santa Sofia ha disposto la partecipazione all’Avviso pubblico del Ministero Cultura per la presentazione di “Progetti di Rigenerazione Culturale e Sociale dei piccoli Borghi Storici” PNRR (M1C3) – Misura 2 Intervento 2.1 “Attrattività dei Borghi” linea B, avente scadenza il 15 marzo.

Il PNRR è uno strumento importante che ci potrebbe permettere di realizzare numerose opere e dare rilancio al territorio, dopo anni difficili – spiega il sindaco di Santa Sofia Daniele Valbonesi –. Per questo abbiamo stabilito di partecipare al bando di rigenerazione culturale e sociale, grazie al quale sono previsti contributi a fondo perduto per interventi realizzati nei piccoli Comuni con meno di 5000 abitanti che si caratterizzano come borghi storici”.

Obiettivo del bando è di produrre attrattività ed al contempo preservare il territorio, integrando la tutela del patrimonio culturale con le esigenze di rivitalizzazione economica e sociale, di rilancio occupazionale e di contrasto allo spopolamento. Per questo, da bando verranno premiati interventi di tutela, valorizzazione, rigenerazione e gestione di beni culturali come definiti dall’Art. 10 del Dlgs 42/2004 e smi; interventi materiali ed immateriali per la creazione di itinerari culturali e/o naturalistici; interventi per migliorare il sistema di accoglienza, attrazione ed esperienza turistica; attività finalizzate ad ottimizzare la gestione di singoli servizi/infrastrutture culturali; processi partecipativi del tessuto economico e sociale; inclusione sociale; attività educative e di formazione professionale.

Alla luce di queste linee guida e considerato che l’amministrazione comunale contempla la “rigenerazione culturale e sociale” nei propri obiettivi strategici indicati nelle “Linee di mandato” e nel DUP 2022-24, non poteva certo mancare la partecipazione del Comune al bando. Sono, quindi, stati selezionati alcuni progetti, ovvero la realizzazione di bike Park come tappa lungo la Ciclovia del Bidente; la biopiscina e chiosco nel Parco fluviale- Parco delle Sculture; la creazione di un punto di riferimento per una tappa del cammino Via Romea Germanica; migliorie alla sentieristica e nuove aree sosta nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, in Santa Sofia e nelle frazioni; area Sosta Camper a Spinello; Info Point in Santa Sofia; Centro didattica ambientale alla Foresteria di Capaccio; efficientamento energetico e miglioramento accessibilità dell’Ostello “La Filanda”; migliorie all’archivio storico digitale Valbonesi.

Si tratta in generale di progetti che coinvolgono il territorio del Comune di Santa Sofia dal punto di vista turistico, ricettivo, culturale, ambientale – prosegue Valbonesi -. Su alcuni di essi il Comune stava già lavorando, quindi i fondi del PNRR potrebbero velocizzare i tempi della loro realizzazione. In ogni caso, si tratta di progetti che a nostro avviso possono portare ulteriori, interessanti spunti di crescita economica, sociale e culturale”. Parallelamente, il bando ministeriale prevede l’individuazione di partner con i quali avviare una collaborazione pubblico-privato, per promuovere approcci integrati e partecipativi coinvolgendo in modo diretto ed esplicito le comunità locali. A tale fine, il Comune di Santa Sofia ha indetto un avviso pubblico di manifestazione di interesse per l’individuazione di partner pubblici o privati (associazioni, enti del terzo settore, cooperative, operatori economici privati) interessati a collaborare con l’Amministrazione comunale ai fini di partecipare e rendersi parte attiva alla proposta progettuale di “Rigenerazione culturale e sociale di Santa Sofia-2022”, presentando entro il 10 marzo la propria volontà e presentando proposte di intervento in linea con quanto stabilito dal bando misura M1C3 del PNRR “Piccoli Borghi”. Nell’avviso sono indicati anche specifici progetti ai quali aderire.

In questa fase, desideriamo individuare soggetti privati e Associazioni, profit o non profit, presenti nel territorio di Santa Sofia che siano portatori di specifiche competenze e know-how e, soprattutto, che si dimostrino interessati ad avviare partnership pubblico-privato – sottolinea l’assessora alle attività produttive Isabel Guidi -. Ci sono tutte le premesse per fare sì che il nostro territorio possa crescere dal punto di vista turistico e culturale e questo – ne sono convinta – potrebbe portare giovamenti sotto ogni punto di vista, da quello economico a quello socio culturale. Ora il Bando ci presenta un’interessante opportunità che non dobbiamo farci sfuggire”.

I progetti, anche in questo caso, dovranno riguardare l’attrattività del territorio, l’incremento dei flussi turistici, l’aumento dei servizi a disposizione della cittadinanza, il sostegno delle attività culturali, creative, turistiche, commerciali, agroalimentare, artigianali – tutte volte a rilanciare e rendere attrattivo il territorio e l’economia locale, nonché creare ricadute occupazionali che evitino lo spopolamento del territorio. I soggetti interessati sono invitati a candidarsi entro e non oltre le ore 12,00 del 10 marzo, inviando al Protocollo del Comune di Santa Sofia le candidature in modalità cartacea o via PEC: comune.santa-sofia@cert.provincia.fc.it. Il testo completo con le modalità di partecipazione alla manifestazione di interesse è pubblicato sull’albo del Comune di Santa Sofia.