Casa Artusi ingresso

Casa Artusi aderisce alle giornate nazionali delle Case dei Personaggi illustri italiani dell’Associazione nazionale case della memoria, realizzata per il primo anno con il patrocinio di Icom Italia. E lo fa spalancando le proprie porte il 2 e il 3 aprile a tutti coloro che vorranno assaggiare un po’ di cultura artusiana visitando il complesso monumentale forlimpopolese. In programma ci sono visite guidate gratuite sabato 2 aprile alle ore 10,00, domenica 3 aprile alle ore 11,30. Ma, soprattutto, per l’occasione è stata realizzata una mostra documentaria ‘Oltre la cucina’ curata da Antonio Tolo e Alberto Capatti, che rimarrà allestita dal 2 aprile al 30 maggio e tratta dall’epistolario del Fondo Pellegrino Artusi, Archivio storico del Comune di Forlimpopoli – depositato presso Casa Artusi.

L’inaugurazione ufficiale è fissata alle ore 11,30 di domenica 3 aprile, alla presenza delle autorità e del curatore, ma si potrà già visitare nella mattinata di sabato 2 aprile. Il carteggio di circa 2000 lettere indirizzate a Pellegrino Artusi si presta a essere un itinerario di straordinaria efficacia, sotto questo punto di vista, le lettere si rivelano preziosi documenti utili a comporre il ritratto del modus vivendi di una fetta significativa della società italiana a cavallo tra Otto e Novecento. Ma non ci sono solo le lettere indirizzate allo scrittore Artusi, al “personaggio pubblico”; tante altre sono per l’uomo Artusi: allo zio di numerosi nipoti che chiedono un consiglio e un sostegno anche economico; all’amico cui chiedere pareri e aiuti; al datore di lavoro per questioni riguardanti la conduzione della casa o delle tenute romagnole; insomma, sono in tanti a rivolgersi all’Artusi privato.

E se, dopo aver visitato la mostra, il visitatore volesse saperne di più, basta andare sul sito di Casa Artusi, all’indirizzo www.casartusi.it/it/carteggio. Qui, infatti, dal novembre scorso si può consultare liberamente l’intero epistolario artusiano.
Oltre a Casa Artusi, in occasione della festa più antica di Forlimpopoli, la Segavecchia, per chi vuole nutrirsi d’arte è aperta anche la Galleria d’arte ‘A Casa di Paola’, con la mostra “Carnevale conto Quaresima” con opere di Fabio “Pixel” Colinelli a cura di Paola Gatti, la cui Bottega rende viva e vivace la rigenerata Via Costa. Inoltre aderisce alle giornate nazionali di apertura ‘Casa Bertozzi’, che, aperta da poco dal figlio Rodolfo, può essere visitata in via Massi 58 da tutti coloro che vogliono saperne di più della vita, delle opere e della meritata fama del grande scultore forlimpopolese recentemente scomparso.