Santa Sofia

C’è anche il progetto presentato dal Comune di Santa Sofia tra gli interventi di rigenerazione urbana finanziati dalla Regione Emilia-Romagna con 47 milioni di euro. “Il finanziamento costituisce una grande opportunità per Santa Sofia – commenta il sindaco Daniele Valbonesie ci permette di progredire nell’iter di riqualificazione di tutta l’area circostante il Municipio, tenendo conto del fatto che anche la corte comunale sarà oggetto di lavori di ripavimentazione oggi in fase di progettazione esecutiva e che il vicino Parco della Resistenza è stato recentemente coinvolto da migliorie con il progetto Vias Animae”.

Il progetto di restauro e risanamento conservativo dell’ala nord del municipio di Santa Sofia, redatto dall’ingegnere Emanuele Casamenti e presentato al bando “Rigenerazione Urbana 2021” della Regione Emilia Romagna, si pone l’obiettivo di far tornare a nuova vita l’edificio sia da un punto di vista edilizio ed urbanistico, sia per quanto riguarda gli effetti sociali che l’intervento può portare perché si punta ad implementare al loro interno una serie di attività a servizio della collettività, trasformando spazi in disuso in luogo di aggregazione. L’obiettivo è anche quello di attivare una serie di nuovi servizi rivolti ai turisti e qualificare quelli già esistenti.

Uno dei punti cardine, infatti, è proprio il procedimento co-partecipativo alla base del progetto presentato dal Comune di Santa Sofia: un processo che parte dalla conoscenza delle necessità e dei bisogni della comunità nato proprio dal confronto tra pubblico, privato e sociale. “Un nuovo modo di lavorare – continua Valbonesi – portato avanti con grande serietà ed impegno dagli uffici comunali e, in particolare dall’architetta Lucia Dignani. Ritengo che la collaborazione tra enti, privati e terzo settore sia destinata a rafforzarsi, specie nei piccoli comuni come il nostro, distanti dai grandi centri abitati ma ricchi di risorse ambientali, culturali e sociali”.

A livello pratico, i lavori previsti riguardano il miglioramento sismico dell’ala nord del Municipio, il miglioramento della qualità architettonica nonché impiantistica e maggiore confort ambientale. Gli spazi rinnovati potranno essere destinati ad associazioni sorte negli ultimi anni in paese e dedite ad attività di servizio per lo sport ed il turismo mentre il piano terra è soggetto a più destinazioni ancora da dettagliare che potrebbero spaziare da attività commerciali ad uffici ad attività aperte al pubblico.
L’intervento sarà completato con il ripristino della pavimentazione sotto le logge di Via Nefetti e con la realizzazione di una connessione tra la corte comunale e il giardino del Parco Nefetti, mediante una scala rivestita in lastre di pietra e con la realizzazione di gradoni a servizio delle persone che partecipano alle manifestazioni che si svolgono nella corte comunale. L’importo di spesa ammonta ad 748.800 euro, finanziati dalla Regione con un contributo di 604.800 euro.