coronavirus e scuola

C’è qualcuno, a più livelli e con diversi toni, che in questi giorni ha minacciato il ritorno della didattica a distanza. Come sindaco della città di Forlì voglio mettere in chiaro una cosa: nell’ambito delle mie competenze e delle mie capacità, farò di tutto per mantenere la scuola in presenza, scongiurare la didattica a distanza, salvaguardare i nostri ragazzi e garantire la continuità dell’offerta formativa” è la netta presa di posizione di Gian Luca Zattini su un eventuale ritorno alla DAD (Didattica a distanza) nelle scuole.

«L’ho già detto mesi fa e oggi lo ribadisco con forza: l’ultima impresa da chiudere è la scuola. I nostri ragazzi, nel rispetto dei protocolli di sicurezza anti-covid, hanno il diritto di seguire le lezioni in presenza, di interagire con i professori e i loro compagni di classe in un ambiente sicuro e a misura di studente. Non c’e soluzione peggiore che chiudere le scuole e “rispedire” i nostri bambini a casa, soffocando la loro intraprendenza, la loro vitalità e la loro voglia di apprendimento nella dimensione scoraggiante della mura domestiche, ipotecando il loro sviluppo e le loro competenze. Le scuole di competenza del Comune di Forlì, salvo disposizioni superiori inderogabili, resteranno aperte. E un diritto di chi le frequenta ma, soprattutto, e un dovere di chi amministra» conclude il sindaco di Forlì.