Wwf Forli-Cesena

«Noi soci e volontari del Wwf Forlì-Cesena, attoniti dalla notizia della prematura scomparsa del nostro presidente Alberto Conti e increduli dall’evolvere così negativo dell’infezione che l’ha colpito, ci stringiamo in un unico abbraccio alla sua famiglia colpita così duramente da questo grave lutto. Il vuoto lasciato dalla sua scomparsa per la grande conoscenza, preparazione, professionalità e onestà dimostrata, sia nella direzione della nostra associazione e sia nella conduzione di diversi gruppi di lavoro, non potrà essere colmato.
Ci sostiene però lo spirito, la caparbietà e la grande tenacia che Alberto ha sempre profuso nelle sue azioni in favore dell’ambiente e della natura che ci ha trasmesso in questi anni.
Alberto ci ha insegnato a vedere oltre le apparenze, oltre l’ambientalismo di facciata, con la sua determinazione e spirito battagliero.

Ci ha arricchito e insegnato a tenere gli occhi sempre aperti. Non ha mai smesso di vigilare e combattere contro tutto e tutti, e tutti noi avevamo la garanzia del suo costante monitoraggio. Era la nostra sentinella sempre in prima linea e sentiremo la voragine della sua perdita. Ci mancherà la sua forza, la sua saggia guida e la sua simpaticissima risata.
Grazie Alberto per quanto hai sempre fatto per gli amici, per il Wwf sia a livello locale che regionale e nazionale, per tutte le associazioni ambientaliste del TAAF, coordinandole con una bravura insolita e un grazie enorme per aver combattuto fino alle ultime ore contro lo sfruttamento e in favore dell’ambiente». 
Wwf Forlì-Cesena, il vicepresidente Bocchini M. Chiara e tutto il Direttivo


«Ciao Alberto, ancora fatichiamo ad accettare la tua prematura scomparsa e ad immaginare l’ambientalismo privato della tua indomabile passione. La tua esperienza, la tua competenza e il tuo spirito combattivo sono stati preziosi per il territorio in cui ti sei speso come presidente del WWF FO-CE, come coordinatore del tavolo delle Associazioni Ambientaliste di Forlì, e come pilastro della nostra Rete, a cui hai dato il tuo contributo fondamentale. Nel tempo in cui abbiamo camminato al tuo fianco, nel tentativo di avere un’influenza sulle scelte politiche della nostra Regione, abbiamo imparato a conoscere il tuo temperamento, le tue guance che si facevano paonazze per l’emozione quando parlavi dei temi a te cari, la tua voce che tradiva un misto di rabbia e speranza, la tua forza di volontà che ti ha portato a occuparti delle battaglie comuni fin negli ultimi giorni di vita. La tua è una storia di volontariato senza riserve, tutti ti ricordano come uno dei più attivi ambientalisti e come una persona schietta, verace e coerente con i tuoi ferrei princìpi. Non ti sei mai piegato davanti ai potenti che hai sfidato che, proprio per questo, oltre che per la tua grande preparazione, ti hanno rispettato. Ci auguriamo che ciò che hai fatto non vada perso e che anzi, sia di ispirazione per le generazioni a venire, i ragazzi che si affacciano adesso al mondo dell’ecologismo dovrebbero conoscere il tuo percorso e prendere esempio. Ci stringiamo con affetto a tua moglie e ai tuoi figli, e vogliamo dire ai tuoi nipoti che dovranno ascoltare attentamente le storie che si racconteranno su di te, ed essere consapevoli di aver avuto un nonno speciale. Mancherai tanto, ma proseguiremo anche per te le battaglie che abbiamo iniziato insieme, soprattutto le leggi di iniziativa popolare che stavamo preparando e che tu con tanta grinta volevi promuovere nella tua cara Forlì».
Le associazioni e comitati della Rete Emergenza Climatica e Ambientale Emilia-Romagna