Via Della Ripa foto di Viola Annamaria Azzolina

Quando nel marzo del ’44 furono fucilati nella caserma di via della Ripa a Forlì cinque 20enni renitenti alla leva, furono le operaie dell’ex fabbrica Battistini tra le prime a scendere in piazza per salvare dal martirio gli altri 10 giovanissimi condannati a morte. Una protesta “materna”, tenace e coraggiosa, che riuscì a mettere in salvo quei giovanissimi cambiando il corso della storia. Questa è solo una delle vicende raccontate e dipinte sul murales “Racconti dell’umano” dal quale partirà – sabato 4 dicembre dalle 14,00 lungo i portici dell’ex Fabbrica Battistini, via Paradiso 5 – la “passeggiata artistica” tra narrazioni, installazioni e momenti di condivisione e confronto.

Storie che raccontano l’anima del borgo e di chi lo ha popolato nel tempo, incrociando le vicende della Resistenza con quelle delle migrazioni di massa, fino alle storie multiculturali che oggi popolano il quartiere.
I murales di Marcello Di Camillo saranno quindi inaugurati con un vero “happening culturale” di arte contemporanea che unisce le visite guidate alle opere con installazioni da scoprire e di presentazione dell’area in cui sorgeva la fabbrica Battistini. Presenti testimoni diretti di alcune storie narrate e una delegazione dell’Anpi.

Una presentazione dal vivo, dunque, di quello che sarà poi il sito web “Piazzetta delle Operaie”, piattaforma digitale on line dai prossimi giorni che – ispirata proprio al coraggio delle “ragazze della Ripa” – raccoglierà testi, foto e tracce audio sulle storie raccolte tra le mura e i residenti della zona.
La giornata di sabato, e poi il sito web, rientrano in “Raccontare l’umano”, progetto di Forlì Città Aperta realizzato con il contributo della Regione Emilia Romagna, e in collaborazione con Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Forlì Cesena, ANPI comitato provinciale di Forlì e Cesena, Comitato Scarpe Spaiate, associazione La Volpe e la Rosa, Tiresia Media, associazione Unione per la pace, associazione Faisons la paix, Chiesa evangelica Battista, Unità di Strada Papa Giovanni 23, Arch-ingegno, “Le Cornici”, Centro Investimenti Immobiliari, il condominio Paradiso Palazzola.