Presentazione del libro “La liturgia funeraria antica nei mosaici del Mausoleo di Galla Placidia”

0

Venerdì 3 dicembre, alle ore 20,45, nella Sala Don Bosco, in via Ridolfi 31 a Forlì, si terrà la presentazione del libro “La liturgia funeraria antica nei mosaici del Mausoleo di Galla Placidia” di Emanuela Penni, Edizioni Il Girasole, Ravenna 2021. Insieme all’autrice interverranno Mons.Livio Corazza, vescovo di Forlì-Bertinoro e Gabriele Zelli. Partecipazione libera. Obbligatorio green pass e mascherina. È gradita la prenotazione al 3292986212.

Mons. Erio Castellucci, Arcivescovo di Modena-Nonantola e Carpi, Presidente della Commissione episcopale per la dottrina della fede, nella prefazione del libro scrive: “… con l’ausilio della narrazione agostiniana della morte della madre Monica e di altre antiche fonti, liturgiche e patristiche, i mosaici del Mausoleo ravennate sono come un ‘rituale’ che raffigura le diversi fasi della liturgia cristiana del commiato: la domanda di purificazione e perdono a Dio durante la processione funebre e davanti al sepolcro del defunto (il re Davide/Cristo che getta sulla graticola il libro dei peccati); la preghiera per la deposizione del corpo nella tomba, con l’esaltazione del ‘refrigerium’ dell’anima nel paradiso, accolta dagli Apostoli e dai Santi (lunetta e cupola stellata)… La lunetta sulla porta d’ingresso del Mausoleo, che si ammira soprattutto nell’atto di uscire fuori, riflette la liturgia delle esequie, che prega perché l’anima sia portata sulle spalle del buon Pastore.

Emanuela Penni, docente di lettere nelle scuole superiori, si è laureata in Lettere Classiche all’Università di Bologna, ha conseguito il Diploma alla Scuola di Specializzazione di Archeologia di Bologna; è Dottore di Ricerca in Archeologia Tardoantica e Medioevale; è stata nominata cultore della materia di Antichità Ravennati e Bizantine. Ha partecipato e ha portato contributi a numerosi convegni di Archeologia internazionale. Ha lavorato per l’implementazione di informazioni relative alla storia e all’iconologia dei monumenti UNESCO di Ravenna e della basilica Eufrasiana di Parenzo, nella Banca Dati del CIDM (Centro Internazionale di Documentazione sul Mosaico) di Ravenna; ha tenuto corsi di Archeologia cristiana e storia dell’arte bizantina alla Facoltà Teologica dell’Emilia – Romagna a Bologna; attualmente insegna, come docente incaricata, presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose “S. Apollinare” di Forlì.

Emanuela Pennis ha pubblicato numerosi articoli sugli edifici di culto tardo antichi e bizantini e le monografie: “La basilica di S. Apollinare Nuovo di Ravenna attraverso i secoli”; “L’arianesimo nei mosaici di Ravenna”; “La liturgia diventa arte”; “Nel triangolo magico Ravenna, Venezia, Bisanzio: Dante e i mosaici di Torcello”.