Fumettoteca Fumetti Omaggio

Mercoledì 22 dicembre, il Comitato di Quartiere Ca’Ossi, dalle ore 15,00 in poi sarà presente nella Piazzetta del Centro Commerciale Curiel con ‘Auguri in Piazzetta’ e la Fumettoteca Regionale Alessandro Callegati ‘Calle’ parteciperà con una propria postazione dalla quale fare dono per il pubblico interessato di albi a fumetti. Grazie al Comitato di Quartiere Ca’Ossi, che si appresta a fare gli ‘Auguri di Buon Natale’ per tutti, la Piazzetta si ravviverà con vin brûlé e panettone per i presenti, oltre ad un simpatico Babbo Natale che saluterà grandi e piccini sotto le luci dell’albero illuminato dal Comitato.

Un pomeriggio alternativo e divertente da trascorrere tra la disponibilità e cortesia dei componenti del comitato e i componenti dello staff Fumettoteca. Un evento questo al quale la Fumettoteca desidera essere partecipe, non solo perché posto nel luogo stesso ove la realtà fumettotecaria, unica in tutta la Regione Emilia-Romagna, ha sede, via Curiel 51, ma in particolar modo per arrivare a diretto contatto con un pubblico che potrebbe conoscere poco, o per nulla, il mondo fumettistico. La presenza della Fumettoteca in piazzetta sarà dalle ore 15.00. Per informazioni 339 3085390, fumettoteca@fanzineitaliane.it.

Un rapporto collaborativo, fra la Fumettoteca e il Comitato di Quartiere Ca’Ossi, che si protrae negli anni, con questo è già il terzo accordo collaborativo attivato, e vede da entrambe le parti una partecipazione legata alle varie attività sociali e culturali per tutti i cittadini. Occasione, anche, per tutti coloro che desiderano donare fumetti alla Fumettoteca di passare direttamente alla postazione presente in piazzetta, infatti i fumetti donati al pubblico per le varie occasioni sono i doppi già presenti in sede. Ovviamente non solo albi ma anche informazioni, chiarimenti e spiegazioni sui contenuti, i servizi e le proposte della Fumettoteca, la presentazione del fittissimo calendario di previsione per gli eventi del 2022 e disponibilità da parte dell’espero fumettotecario, Gianluca Umiliacchi, per definire e rendere più nitido il concetto legato al linguaggio del fumetto, un mezzo di comunicazione sempre innovativo. La Fumettoteca sarà sempre presente, allo scopo di garantire l’accesso all’informazione e alla conoscenza fumettistica, per tutti coloro che lo desiderano previo appuntamento.

La proposta, che segue gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG), fa parte dell’attività impegnativa di promozione e progettazione che lo Staff Fumettoteca, con eventi culturali e sociali innovativi, propone definendo un chiaro e specifico percorso, che parte dalla comunità per arrivare all’individuo. Per questo fine 2021 si può già considerare come il susseguirsi, senza sosta, delle attività con eventi e iniziative socio-culturali che, grazie al Centro Nazionale Studi Fanzine – Fanzinoteca d’Italia 0.2, il Comitato di Quartiere Ca’Ossi e 4live, vede l’unica Fumettoteca regionale, ovvero la ‘Biblioteca dei fumetti’ sempre più attiva e dinamica sul territorio forlivese ed oltre. Per conoscere dettagliatamente le iniziative e chiedere informazioni 3393085390, fumettoteca@fanzineitaliane.it – www.fanzineitaliane.it/fumettoteca.

CONDIVIDI
Articolo precedenteL’Oleodinamica Forlivese espugna Rimini e conquista il pass per le final four di coppa italia
Articolo successivoParcheggi: in arrivo una riduzione delle tariffe orarie in centro storico
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.