Parcheggi: in arrivo una riduzione delle tariffe orarie in centro storico

0

Parcheggi meno cari e stalli per le donne in gravidanza. È questo il contenuto della mozione presentata dalla Lega e approvata a larga maggioranza nel corso dell’ultimo consiglio comunale di Forlì, in chi si chiede alla giunta Zattini di “valutare la riduzione della tariffa oraria di sosta delle fasce “A”, “A veloce” e “B” in misura significativa rispetto alla tariffa vigente; di valutare l’adozione di misure finalizzate al sostengo delle attività commerciali che comportino una riduzione della tariffa di sosta per i cittadini che effettuano acquisti presso le attività del centro e di valutare l’inserimento dei cosiddetti “stalli rosa” nelle aree più sensibili del centro storico al fine di garantire una miglior accessibilità alle donne in stato di gravidanza ed alle famiglie con bambini di età non superiore a due anni”.

Ad oggi, a seconda delle diverse zone della città, è applicata la seguente tariffazione: “Fascia A”, € 1,30 € ora, “Fascia A Veloce”, € 1,30 ora e consente una sosta della durata massima di due ore nei c.d. viali commerciali di Corso Della Repubblica, Corso Mazzini, Corso Diaz, Corso Garibaldi, Via Giorgio Regnoli, “Fascia B” € 1,00 ora, “Fascia C lungasosta” € 0,50 per un’ora di sosta, € 1 per due ore di sosta – € 1,50 per tre ore di sosta – € 2 tariffa giornaliera, “Fascia D” € 0,80 ora (parcheggio Montefeltro interrato).

Con la rimodulazione delle tariffe intendiamo garantire una miglior accessibilità al centro storico, un risparmio per i cittadini forlivesi ed al contempo un sostegno alle attività commerciali che hanno visto una contrazione dei flussi per via dell’emergenza sanitaria tuttora in corso. Inoltre – spiega il consigliere comunale della Lega Alessandro Rivalta – abbiamo chiesto all’Amministrazione l’inserimento degli “stalli rosa” nelle aree più sensibili della città al fine di garantire una migliore accessibilità alle donne in stato di gravidanza ed alle famiglie con bambini di età non superiore a due anni”.