Lello Arena foto di Tommaso Le Pera

Commedia cinica e divertentissima di Carmine Amoroso, “Parenti serpenti“, già portata sul grande schermo nel 1992 da Mario Monicelli, giunge al Teatro Diego Fabbri di Forlì venerdì 3 e sabato 4 dicembre alle ore 21,00 e domenica 5 dicembre alle ore 16,00 nella rilettura per il palcoscenico di Luciano Melchionna. Protagonisti della pièce sono Lello Arena e Giorgia Trasselli, insieme a Raffaele Ausiello, Marika De Chiara, Andrea de Goyzueta, Carla Ferraro, Luciano Giuliano, Annarita Vitolo.

Un gruppo numeroso che interpreta i vari componenti di una famiglia che si ritrova per trascorrere insieme il Natale. Un incontro fatto di ironia disperata, malinconie e lontananze.
Una commedia in bilico tra irresistibile divertimento e crudeli cupezze di parenti che si trasformano in crudelissimi nemici.

Gli interpreti della pièce “Parenti serpenti” saranno anche protagonisti dell’Incontro con gli Artisti che si terrà sabato 4 dicembre alle ore 18,00 al Ridotto del Teatro Fabbri. L’Incontro sarà condotto dal giornalista Pietro Caruso e l’ingresso è gratuito. Dopo le repliche forlivesi, lo spettacolo tornerà in Romagna lunedì 13 e martedì 14 dicembre al Teatro Goldoni di Bagnacavallo.

Lo spettacolo. Tutto ha inizio con un Natale a casa degli anziani genitori che aspettano tutto l’anno quel momento per rivedere i figli ormai lontani. E se quest’anno gli amati genitori volessero chiedere qualcosa ai loro figli? Se volessero finalmente essere accuditi, chi si farà carico della loro richiesta?
Luciano Melchionna costruisce uno spaccato di vita intimo e familiare di grande attualità, con un crescendo di situazioni esilaranti e spietate che riescono a far ridere e allo stesso tempo a far riflettere con profonda emozione e commozione.

Biglietti: 29 euro (platea file 1-17); 27 euro (platea file 18-25 e galleria). Prevendite: alla biglietteria diurna del Teatro Fabbri (in via Dall’Aste) dal martedì al sabato dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 16,00 alle ore 18,00. Nei giorni di spettacolo la biglietteria di Corso Diaz aprirà un’ora prima dell’inizio della rappresentazione. Prenotazioni telefoniche (0543/26355): dal martedì al sabato dalle ore 11,00 alle ore 13,00 e dalle ore 16,00 alle ore 18,00. Biglietti online: Vivaticket. Info: www.accademiaperduta.it.