Comitato Civico SS67

In Consiglio Comunale a Castrocaro Terme – Terra del Sole è stato approvato all’unanimità un Ordine del Giorno in cui si chiede al Presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, e alla sua Giunta di “mettere tutta la Strada Statale 67 Ravenna-Livorno, compreso il tratto Forlì-Firenze tra cui la porzione di strada rimasta più arretrata da Dovadola al Passo del Muraglione, in una posizione di priorità nella programmazione regionale degli interventi di ammodernamento della viabilità, da realizzarsi poi in accordo con Anas, preposta alla gestione della rete viaria di interesse nazionale”.

Nel documento, votato nella seduta del 29 novembre, si ricorda che “l’esigenza di tale ammodernamento, atteso da decenni e mai realizzato, è davvero sentito dalla popolazione e dalle attività economiche”. E si osserva, inoltre che “il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza ha tra i suoi obiettivi quello di colmare il divario infrastrutturale tra le aree urbane e le aree interne e rurali del Paese”. Prima di Castrocaro, avevano votato, sempre all’unanimità, un Ordine del Giorno analogo, i Consigli Comunale di Rocca San Casciano e di Dovadola.

I tre coordinatori del Comitato Civico SS67, Vincenzo Bongiorno, Alessandro Ferrini e Riccardo Ragazzini, commentano: “Gli Ordini del Giorno approvati finora nei Consigli Comunali sono un segnale molto importante, che non può rimanere inascoltato. Grazie alla petizione che come Comitato abbiamo avviato si è tornato a parlare dell’argomento. Ci auguriamo, inoltre, che oltre al consigliere regionale Massimiliano Pompignoli, che ringraziamo, anche altri importanti rappresentanti politici del forlivese presenti nelle Istituzioni, che nel passato anche recente si sono espressi a favore dell’ammodernamento del tratto appenninico della Strada Statale 67, tornino a farsi sentire e ad impegnarsi concretamente in tale direzione. La nostra azione non ha colori partitici e vuole essere condivisa con tutti coloro che hanno a cuore il bene del territorio”.

La mobilitazione con la petizione rivolta al Presidente della Regione e alla sua Giunta continua. Si può scrivere a comitatocivicoss67@gmail.com per chi volesse consultare il testo della petizione e dare il proprio contributo nella raccolta firme.