Anche in coppa il derby è dell’Oleodinamica, una tripletta di Simone stende il Santa Sofia

0

Oleodinamica Forlivese Forlì – Santa Sofia Calcio a cinque: 6-3

Oleodinamica Forlivese Forlì: Cassano, Benhya, Mirenda, Vittozzi, Di Maio, Simona An., Rossi, Bruno, Salvatore, Betancort, Simone Al., Horikawa. All. Vespignani.
Santa Sofia: Lamorgese, Artoum Y., Casetti, Artoum S., Fariss, Salvadorini, Perini, Mengozzi, locatelli, Facciani, Ghiberti, Majdoujli. All. Graziani.
Arbitri: Ruscetta di Parma, Presicce di Imola.
Note – Ammoniti: Cassano, Mirenda.
Marcatori: 4′ Simone An., 9′ Artoum S., 13′ Ghiberti, 20′ Bruno del p.t.; 19′ e 27′ Simone An., 22′ Ghiberti, 29′ Rossi, 31′ Di Maio del s.t.

Come in campionato il derby parla ancora biancorosso. Partita vera e tiratissima che vede i ragazzi di mister Vespignani imporsi per 6-3; risultato rotondo che non rende però pieno merito agli ospiti che fino a tre minuti dalla fine avevano bloccato i galletti sul pareggio.
Protagonista assoluto del match “El Papu” Andrea Simone autore di una tripletta che permette ai forlivesi di mettersi sin dalla prima giornata in testa al girone di Coppa Italia in virtù del pareggio nell’altra sfida del girone C fra Rimini e Forlimpopoli con gli Orange che hanno dilapidato un quadruplo vantaggio. Sabato prossima seconda giornata del girone C coi galletti impegnati sul campo del Rimini in quella che sarà l’ultima uscita ufficiale del 2021.

Cronaca. Partita subito pimpante con gli ospiti che pungono con Artoum S. che dopo una bella discesa solitaria calcia sull’esterno della rete. Forlì che risponde al 4′ con Simone Andrea che si accentra dalla sinistra e lascia partire un bolide che si insacca nel sette con Lamorgese che non può nulla. Ospiti che non si abbattono e si gettano in avanti, prima Fariss impegna in corner Cassano poi al 9′ su un corner dalla destra dello stesso Fariss, Artoum S. di prima dal limite fredda Cassano per l’1-1. Santa Sofia che non si accontenta ed al 13′ trova il raddoppio: Fariss si fa tutta la fascia sulla sinistra ed appena arrivato in area l’appoggia sul secondo palo per Ghiberti che a porta vuota raddoppia.
Forlì ha subito la doppia occasione per il pari con Di Maio che calcia rasoterra ed impatta sul palo sul tap-in il più lesto è Rossi che si gira ma a sua volta trova il legno a negargli il pareggio. Pareggio solo rimandato di qualche minuto quando al 20′ Rossi serve in area Bruno che spalle alla porta si gira da pivot navigato e insacca di potenza.

Al 21′ Santa ancora vicina al vantaggio, dopo un rimpallo la palla arriva a Ghiberti libero al limite ma il suo diagonale sfila a fil di palo. Al 26′ Benhya serve ancora Simone che però si vede respingere la propria conclusione da Lamorgese e si va così al riposo sul 2-2.
Dopo un primo tempo molto scoppiettante nella ripresa scende in campo un Forlì più organizzato e deciso a far sua la partita. Al 7′ è il palo a negare il gol al rasoterra dalla distanza di Vittozzi mentre al 15′ dopo una corta respinta di Lamorgese su botta di Di Maio e Horikawa a sbagliare il controllo per il facile tap-in. Al 17′ Benhya da fermo cerca un tiro a giro di piatto ma la palla sfiora l’incrocio con Lamorgese fermo. Vantaggio meritato che si concretizza al 19′ con Betancort che dalla sinistra serve Simone al limite, la punta forlivese è lucida e con una finta mette a sedere sia il proprio marcatore che Lamorgese ed insacca il 3-2 a porta indifesa.

Ma il Santa Sofia è squadra dalle mille risorse ed al primo affondo della ripresa riacciuffa il pareggio: Artoum Y. Calcia dalla destra Cassano respinge come può ed il più lesto sul pallone a Ghiberti che al secondo tentativo insacca il 3-3. Santa che avrebbe un minuto dopo l’occasionissima per il contro-sorpasso ma Artoum Y. Si fa ipnotizzare da Cassano che respinge di petto in uscita. Forlì riassetta le idee ed al 27′ Horikawa dalla destra trova il corridoio a centro area per l’inserimento di Simone che in scivolata insacca sul secondo palo la rete del 4-3 e completa la sua personale tripletta. Passano due minuti e su un lancio di Cassano Rossi controlla e con freddezza, a tu per tu con Lamorgese, segna il 5-3. Mister Graziani prova nei minuti di recupero la carta di Fariss come quinto di movimento che non genera comunque pericoli alla porta forlivese anzi è Di Maio a chiudere i conti in contropiede col 6-3 finale.