nebbia ghiacciata gelate

Arriveranno da Roma 52,3 milioni di € per l’indennizzo dei danni causati alle aziende agricole della regione dalle gelate della primavera scorsa. Cifra che si aggiunge ai 13 milioni di € di rimborsi per le gelate del 2020 erogate a dicembre, per un totale di oltre 65 milioni. Ai quali si aggiungeranno probabilmente un’altra parte di risorse di 70 milioni per le calamità stanziati dalla legge di stabilità.

Indennizzi che il governo si impegna a trasferire nelle casse della Regione e che a poi finiranno sui conti correnti delle aziende interessate una volta effettuate le dovute verifiche dell’assessorato regionale dell’Agricoltura. Al momento sono state presentate 3.423 domande di rimborso. La stragrande maggioranza delle richieste (3.274) riguarda il comparto delle produzioni vegetali, per un danno stimato di 230 milioni di euro a fronte di un rimborso previsto di circa 51,9 milioni. A queste si aggiungono ulteriori 149 richieste di rimborso presentate da imprese che operano nel campo dell’apicoltura, che hanno denunciato danni per circa 3,3 milioni e che riceveranno indennizzi per un totale di circa 474.000 euro.

Il comparto aspetta anche l’erogazione della terza e ultima tranche degli indennizzi per i danni causati dalla cimice asiatica. L’Emilia-Romagna è in attesa della liquidazione di una cifra complessiva di circa 11,5 milioni di euro, in aggiunta alle prime due tranche già liquidate agli imprenditori colpiti, per un totale di oltre 51,5 milioni di euro.