Forlì dall'alto

Secondo il 28° rapporto Ecosistema urbano di Legambiente e Ambiente Italia e pubblicato dal quotidiano Il Sole 24 Ore Forlì si piazza al 17° posto, al 5° posto in Emilia-Romagna dopo Reggio Emilia (2°), Parma (7°), Ferrara (10°), Rimini (11°). La classifica stilata si basa su 18 parametri raggruppati in 5 macroaree (aria, acqua, rifiuti, mobilità, ambiente): la classifica finale fotografa con dati relativi al 2020 le performance ambientali di 105 città capoluogo di provincia.

Per quanto riguarda la graduatoria relativa agli alberi in aree di proprietà pubblica Forlì si piazza in 8° posizione, mentre scende di parecchio in quella che prende in esame le estensioni delle isole pedonali (69°). Nella classifica del “solare pubblico” cioè la potenza installata in kW su edifici per mille abitanti Forlì è 24°. Scende nella classifica nel “Verde urbano” (51°) e in quella della qualità dell’aria per presenza di ozono (73°) e nei pm10 (50°). Forlì da sempre non è particolarmente votata al trasporto pubblico e difatti è in 63° posizione. Va un po’ meglio nella graduatoria delle piste ciclabili (23°).

Nella classifica relativa alle vittime per incidenti stradali occupa la 69° posizione. Nei rifiuti differenziati Forlì è 12°.
Fonte: dati originali dei Comuni raccolti da Legambiente, tranne la capacità di depurazione e la disponibilità di verde urbano (Istat 2018 e 2019), il tasso di motorizzazione (Aci 2020), incidenti stradali (Aci/Istat 2019) e l’uso efficiente del suolo (elab. Legambiente su dati Ispra).