Claus Libertas Volley Forlì

Emanuel Riviera Rimini – Claus Libertas volley Forlì: 3–0
25-20; 25-19; 33-31

Forlì va a Rimini con la consapevolezza che le avversarie sono fra quelle che disputeranno il primo posto e, comunque, un posto per i play off. Coach Bazzocchi schiera Casadei in regia, Giunchi e Chiericati al centro, Stradaioli e Bellavista in banda, Simoncelli opposto e Gardelli libero. Si inizia con un leggero predominio delle ospiti che però vengono subito riprese dalle riminesi. Si lotta punto a punto fino al 18° punto con Stradaioli e Bellavista particolarmente ispirate che attaccano rispettivamente col 83% e con oltre il 50%. Qualcosa però si blocca e la corazzata riminese prende il largo: la Claus comincia a ricevere in modo incerto, qualche errore anche in attacco un paio di falli fischiati ma piuttosto incerti.

Il secondo set è copia del primo e, arrivati al 17° punto, ancora una volta le giovanissime forlivesi si bloccano e le ragazze di Pieraccini forti di esperienza e tecnica spingono nell’acceleratore e fanno proprio anche il secondo parziale. Si va in campo per vedere di frenare atlete del calibro di Magi, Morelli, Catalano e dell’eterna Lvova, ma pare non ci sia possibilità di gloria per le giocatrici di coach Bazzocchi. Come nei precedenti set si arriva punto a punto fino al 17 pari e, contrariamente a quanto successo nei primi due, le ospiti tirano fuori le unghie e tengono testa all’Emanuel arrivando, nonostante alcuni errori decisamente banali, addirittura a sfiorare il colpo: 23 a 24 per Forlì. Già si pregusta la soddisfazione di riuscire a vincere il terzo parziale, ma ancora una volta Rimini pareggia andando poi punto a punto verso i vantaggi elettrizzanti con Forlì che riesce sempre ad essere un punto avanti e Rimini che freddamente recupera sempre. Siamo 30 a 31 per Forlì che riceve, Gennai alza una palla un po’ staccata da rete al centro a Giunchi che effettua un pallonetto spinto dietro il centrale avversario dove la difesa non arriva, la palla cade e le forlivesi esultano a centro campo mentre le padrone di casa stanno per uscire dal campo per il cambio. Tutto vero? Macchè, un “lugubre” fischio blocca tutti e tutti si girano verso il seggiolone: è stato fischiato a Giunchi un fallo di trattenuta o di accompagnata che né in tribuna, né nelle panchine, insomma proprio nessuno se ne era accorto.
Comunque da 32 a 30 per la Libertas ci si ritrova 31 pari e qui finisce set e incontro in quanto le giovani ragazze di Bazzocchi risentono emotivamente dell’episodio compiendo due errori in attacco tanto banali, quanto sufficienti a terminare la gara in anticipo sui tempi con un muro finale dell’Emanuel.
La partita probabilmente sarebbe finita comunque con la piena vittoria delle padrone di casa, ma per le giovani ospiti, riuscire a portarsi a casa un set vinto con tanta fatica ed entusiasmo sicuramente avrebbe dato una spinta di entusiasmo non indifferente.