Scritte no vax: la solidarietà di PD, Forlì&Co, Iv e Ugl ai tre segretari confederali

0

I gruppi consiliari Pd, Forlì&Co. e Italia Viva esprimono la più dura condanna per l’ennesima azione vandalica messa in atto dai cosiddetti “no vax”, i quali la notte scorsa hanno imbrattato con messaggi deliranti le sedi di Cgil, Cisl e Uil di Forlì. A rendere più grave quanto accaduto, oltre agli ormai consueti messaggi deliranti che tracciano grotteschi parallelismi fra la campagna vaccinale in corso e l’orrore assoluto del nazismo, è il fatto che gli ignoti artefici dei vandalismi abbiano voluto compiere un atto intimidatorio contro i sindacati dei lavoratori, azione che riporta alla mente fatti accaduti nei periodi più oscuri della storia del nostro Paese.

Nell’esprimere la massima solidarietà a Cgil, Cisl e Uil, i gruppi consiliari Pd, Forlì e Co. e Italia Viva sottolineano ancora una volta i risultati raggiunti negli ultimi mesi nel contenimento dell’epidemia da Covid 19 proprio grazie al buon andamento della campagna vaccinale, a palese conferma del fatto che la vaccinazione di massa è l’unica strada che permette di difendere la salute pubblica e uscire dall’emergenza, salvaguardando economia, occupazione e diritto alla socialità.

La necessità di rispondere alle domande e ai timori di chi ancora esita a vaccinarsi non può in alcun modo legittimare posizioni antiscientifiche, o addirittura attenuare la gravità di atti intimidatori dal profilo sempre più pericolosamente eversivo.
Invitiamo le autorità ad attivarsi per identificare i responsabili di quanto accaduto e a vigilare con ancora maggiore solerzia affinché questi fatti non abbiano più a ripetersi.

Condanniamo con forza questi intollerabili atti di vandalismo, perpetrato nei confronti di sedi di confederazioni sindacali che, al di là della loro storia e provenienza, rappresentano da sempre un presidio di democrazia e di tutela delle lavoratrici e dei lavoratori. Portiamo la nostra solidarietà ai colleghi di Cgil, Cisl e Uil auspicando che gli autori di queste azioni vigliacche di marca ‘no vax’ siano individuati e assicurati alla giustizia”: così in una nota Filippo Lo Giudice, segretario Ugl Romagna, a commento dell’episodio che ha visto colpite nella notte le sedi forlivesi dei tre sindacati confederali.

Queste azioni si stanno ripetendo con una preoccupante escalation colpendo istituzioni (scuole, ospedali e sedi giornalistiche) che assicurano invece fondamentali presidi e servizi ai cittadini. Questi attacchi rappresentano un colpo al diritto universale al lavoro ed alla rappresentanza sindacale, alla salute, alla formazione ed all’ informazione dei cittadini e ci troveranno sempre critici. Come dimostra la storia dell’Ugl, sindacato democratico, nato a tutela dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori e in prima linea nel sostegno ed al rafforzamento degli strumenti di valorizzazione professionale non soltanto in ambito sanitario nazionale ma in ogni sfera socio-economica della nostra collettività”: conclude il segretario di Ugl Romagna, Filippo Lo Giudice.