Poste-Italiane-Meldola

È stato inaugurato oggi il nuovo Centro di Distribuzione di Poste Italiane a Meldola, alla presenza dei rappresentanti aziendali e del sindaco Roberto Cavallucci. La sede di via Roma 201 è stata progettata e realizzata in modo funzionale al “Joint Delivery”, il modello di recapito introdotto nell’intero bacino territoriale del Forlivese, che garantisce la consegna di corrispondenza e pacchi anche nel pomeriggio e il sabato. La struttura di Meldola dispone di attrezzature di ultima generazione che permettono di ottimizzare il lavoro degli addetti. Di nuova concezione gli strumenti di lavoro, quali i carrelli per la movimentazione interna della posta, le bilance e i casellari, che permettono di ordinare e gestire la corrispondenza con più velocità. Per le sue caratteristiche, in linea con i requisiti legislativi legati alla sicurezza e per i dispositivi di videosorveglianza, il Centro di Poste Italiane rappresenta uno dei primi layout a livello nazionale.

Un sostanzioso investimento di Poste Italiane, al quale l’amministrazione comunale ha creduto sin dai primi momenti della progettazione. «È motivo di orgoglio per il Comune di Meldola – dichiara il sindaco Roberto Cavallucciaccogliere questa importante sede di Poste Italiane, per la cui realizzazione, da subito, è stato assicurato tutto il supporto necessario per l’espletamento delle procedure burocratiche e amministrative. Il servizio offerto è a vantaggio di un’utenza ampia, che comprende sei comuni del forlivese. Questa è sicuramente – conclude il primo cittadino – una risposta importante sia per il consistente investimento economico sia per le ricadute occupazionali sul territorio».

Nello stabilimento di circa 425 metri quadrati lavorano 24 addetti tra portalettere e operatori interni, diretti dal responsabile Salvatore Calò. I volumi che questa sede è chiamata a gestire si attestano complessivamente per la corrispondenza “ordinaria” su oltre 1 milione e 300mila invii all’anno, mentre per posta a firma e pacchi mediamente su circa 700 pezzi al giorno. Il bacino territoriale di riferimento, oltre a Meldola, comprende altri cinque comuni: Bertinoro, Civitella di Romagna, Forlimpopoli, Galeata e Santa Sofia. Un parco mezzi di 18 auto e 3 tricicli MyMoover consente quotidianamente ai portalettere di raggiungere le oltre 20mila abitazioni e 3mila fra attività produttive e commerciali e studi professionali.

Come dichiara il responsabile del recapito per la Romagna, Gianluca Mazza, «tutti i nostri portalettere sono dotati di palmare con cui possono gestire la corrispondenza ordinaria e a firma in modo veloce e tracciato, portando a domicilio una serie di servizi postali e di pagamento sia per i privati sia per i professionisti. Infatti il destinatario della corrispondenza può pagare da casa o dal posto di lavoro, nello stesso momento in cui avviene la consegna della posta o del pacco, tramite carta Postamat, Postepay o utilizzando le carte di debito dei maggiori circuiti internazionali».

Il modello Joint Delivery passa dunque anche attraverso nuove strutture, nuovi processi organizzativi e nuove logiche distributive. «Con il cambiamento funzionale all’efficientamento – conclude Mazza – Poste Italiane si propone di migliorare la qualità del servizio e dei tempi di consegna. La nuova organizzazione è articolata su due reti di recapito distinte ma integrate tra loro: la prima, “Linea di Base”, assicura quotidianamente e sulla propria area di competenza, la consegna di tutti i prodotti postali; la seconda, “Linea Business”, è dedicata alla consegna di pacchi, prodotti e-commerce e invii a firma (raccomandate, assicurate, etc.) in fasce orarie estese fino alle 19,45 e al sabato».

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO