Campus Universitario Forlì

Tre giornate di incontri, dibattiti, spettacoli per il primo Festival in Italia dedicato alla traduzione e al suo impatto culturale e sociale nella vita di tutti i giorni, così come all’importanza delle parole, del linguaggio e della comunicazione nella società contemporanea. Sarà inaugurato giovedì 21 ottobre, alle ore 10,00, all’Auditorium della Chiesa di San Giacomo, il Festival della Traduzione di ForlìCon altre parole” da Luca Mazzara presidente di Campus Forlì, Gianluca Zattini sindaco Comune Forlì, Francesca Gatta direttrice DIT, Patrizia Graziani della Fondazione Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, Antonino Rotolo prorettore per la Ricerca.

Nato da un progetto del Dipartimento di Interpretazione e Traduzione dell’Università di Bologna – Campus di Forlì e grazie al contributo della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, il Festival si svolgerà da giovedì 21 a sabato 23 ottobre, all’Auditorium della Chiesa di San Giacomo, e metterà sotto i riflettori dell’opinione pubblica la pratica della traduzione, sottraendola agli ambiti della sola ricerca accademica e dell’attività professionale, per focalizzarsi sul suo impatto culturale e sociale nella vita quotidiana di tutti. Il concetto di traduzione viene poi a comprendere una riflessione più generale sull’importanza delle parole, del linguaggio e della comunicazione nella società contemporanea, in ambito umanistico, politico, medico, economico e antropologico, attraverso l’alternarsi, in un ricco programma, di conferenze, dibattiti, presentazioni di libri e spettacoli.

Il Festival della traduzione sarà arricchito, quest’anno, anche della collaborazione cella casa editrice Zanichelli attraverso il progetto “cambialalingua”, un’iniziativa riservata a 6 città italiane, tra cui Forlì, e che prevede l’installazione davanti all’auditorium di San Giacomo di un grande vocabolario interattivo di 4 metri per 3, con un monitor touch screen che invita a scoprire l’evoluzione di alcune parole nel tempo, per riflettere sul cambiamento dei modi di vivere, delle leggi e delle tecnologie.
L’evento sarà anche l’occasione per presentare la prima Laurea Honoris Causa proposta dal Dipartimento di Interpretazione e Traduzione Unibo alla scrittrice bengalese Jhumpa Lahiri la cui cerimonia è in programma per il 19 ottobre a Bologna.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO