ANAP

Anap Confartigianato Forlì continua il confronto con i cittadini sui temi legati alla terza età. Con la presenza di un proprio gazebo, all’interno del mercato di Meldola, l’Associazione dei pensionati ha offerto spunti di riflessione agli interessati, distribuendo materiale informativo. Tra i visitatori del punto informativo anche il sindaco Roberto Cavallucci.

Giuseppe Mercatali, consigliere delegato Anap, spiega “le numerose restrizioni legate alla pandemia hanno avuto un impatto molto forte anche dal punto di vista psicologico, soprattutto per le fasce più deboli della popolazione, gli anziani, che per lunghi mesi sono stati costretti all’isolamento per proteggersi dal virus. Oggi, anche grazie alla diffusione del vaccino, di cui molti over 65enni stanno già ricevendo la terza dose, c’è un lento ritorno alla normalità, che consente di incontrarci nuovamente all’aperto, rispettando il distanziamento e tutte le dotazioni di sicurezza del caso. È fondamentale riprendere quel dialogo che è stato bruscamente interrotto a febbraio 2020 –. Continua Mercatali – con il contributo del Ministero dell’Interno, attraverso la diffusione di opuscoli informativi, prosegue la campagna di sensibilizzazione volta a far conoscere i diversi tentativi di truffa messi in atto dai malfattori. Gli anziani sono i soggetti più aggredibili: l’isolamento, sebbene necessario, ha provato fortemente la popolazione anziana creando spaesamento e rendendola più esposta ai tentativi di raggiro da parte di chi si finge disponibile all’ascolto di problemi e preoccupazioni”.

Ma non solo, Anap promuove anche uno stile di vita attivo per affrontare al meglio l’invecchiamento “distribuiamo opuscoli informativi sull’alimentazione e sull’importanza del movimento, consapevoli che la salute passa anche da semplici accorgimenti a tavola. “Tra il materiale messo a disposizione anche un approfondimento sul tema dell’Alzheimer – conclude Mercatali – per anni Anap ha posto l’accento sull’importanza dei test predittivi per comprendere la predisposizione genetica e contrastare l’insorgenza della malattia, ribadendo che una attività fisica moderata, eseguita anche una sola volta a settimana, protegge da Alzheimer e depressione, nonché da varie altre forme degenerative”.