Elezioni di Gatteo e Cesenatico: Italia Viva sosterrà il centrosinistra

0

La notizia ornai è ufficiale ed è di quelle che i cittadini accoglieranno con un secco: “ah beh allora”! Si perché da ieri è confermato il fatto che Italia Viva, attraverso il deputato romagnolo Marco Di Maio e il coordinatore provinciale Tommaso Pirini, appoggerà i candidati sindaci di centrosinistra Matteo Pivato a Gatteo e Matteo Gozzoli a Cesenatico. Gli “alter ego” di centrodestra Roberto Pari e Roberto Buda con molta probabilità da questa notte perderanno il sonno, ora che questa formazione politica che ha più parlamentari che elettori si è schierata ufficialmente con il centro sinistra. Fatto non scontato visto che in altri Comuni, gli “italo vivi”, appoggiano candidati sindaci di centro destra, Torino docet. A riguardo poi c’è il fatto che i candidati sindaci Pivato-Gozzoli, si legge negli articoli, hanno discusso e condiviso il programma con i rappresentanti di IV, tra cui anche l’architetto Gabriele Borghetti, ex Margherita, ex PD, “ex tutto” ed oggi “italo vivo”.

Borghetti, ricordiamolo, fu cacciato dal PD nel 2014 proprio perché alle elezioni comunali di Montiano, dove risiede, si propose come collaboratore, o addirittura partecipe, di una lista di centro destra concorrente a quella sostenuta dal PD. Riguardo invece ai potenziali voti che Italia Viva porterà nelle urne ai “due Matteo”, guardando i consensi attuali nell’emisfero borrale del partito di Renzi, direi che le domande sorgono spontanee: ma davvero Pivato e Gozzoli si sono seduti al tavolo a discutere di programma con una realtà politica che in cambio porterà loro 13 o 14 voti? Davvero sono convinti che la loro candidatura trarrà beneficio elettorale dal sostegno di un partito morto al suo nascere e che soprattutto porta con sé una quota di antipatia politica, grazie anche a quel simpaticone del suo leader, che oggi non ha eguali? Infine, in caso di vittoria, è previsto negli accordi che dei renziani otterranno un qualche assessorato, visto che dal punto di vista politico stanno all’affidabilità e alla coerenza politica come la Nutella alla cipolla? Da tempo, non è una novità, il centro sinistra e soprattutto il PD ha offerto ai propri elettori scelte ed accordi politici di autolesionismo ma almeno era previsto un certo “ritorno” politico elettorale, ma in questo caso mantenere in vita un corpo politico “già freddo” è masochismo allo stato puro.