Clarisse Urbaniste del Corpus Domini di Forlì

Dopo 235 anni di presenza chiude il monastero delle Clarisse Urbaniste del Corpus Domini di piazza Ordelaffi. L’addio è stato annunciato dalle monache stesse con una lettera inviata alle altre suore della Diocesi, agli amici del monastero, ai sacerdoti e ai membri del Consiglio pastorale e delle Consulte diocesane. “Dal 1786 – scrivono le Clarisse Urbaniste – in questo monastero fra il Duomo e la Prefettura, nel cuore della vita ecclesiale e civile, siamo presenti come comunità monastica di Sorelle Clarisse Urbaniste del Corpus Domini, meglio conosciute come le suore del “Corpus Domini”, per dedicare la vita in primo luogo alla preghiera, alla lode e all’intercessione, nella letizia e testimonianza della vita fraterna”. Il giorno del saluto a Forlì sarà l’11 ottobre durante la messa che il vescovo Livio Corazza, presiederà alle 7,00 nella chiesa di piazza Ordelaffi.

Ci accingiamo a lasciare questo monastero tanto amato, nel quale pensavamo di rimanere per sempre – continua la lettera – le sorelle anziane saranno accolte in una comunità religiosa presso le Maestre Pie dell’Addolorata di Rimini: una comunità più numerosa dove potranno continuare la vita di preghiera con un aiuto maggiore e più qualificato per i loro bisogni. Le più giovani si uniranno ad un’altra comunità del nostro ordine di Clarisse Urbaniste. Siamo davvero grati al Signore per tutto ciò che le Clarisse Urbaniste del Corpuus Domini hanno donato alla nostra comunità forlivese con la loro presenza, punto di riferimento per tante persone che andavano a cercare ascolto, preghiere e aiuto, in quella chiesa in cui per tanti anni si è svolta l’adorazione eucaristica continua. Care Sorelle continuate a pregare per noi domandando al Signore la grazia di nuove vocazioni sacerdotali e religiose”.

Il vescovo Livio Corazza ha nominato don Enzo Scaioli amministratore parrocchiale di Santa Maria del Fiore, succedendo a don Luigi Burchi. Don Enzo, che rimane parroco di Coriano, inizierà il ministero a Santa Maria del Fiore con le messe che celebrerà sabato 2 ottobre alle 18,00 e domenica 3 ottobre alle 9,00 e alle 11,00. Lunedì 4 ottobre, alle 20,30, sarà il Vescovo a presiedere la messa a Santa Maria del Fiore, per affidare a don Scaioli la sua nuova comunità, per ringraziare don Burchi del suo ministero e per l’inaugurazione dei nuovi locali, destinati al centro diurno e ad un centro di ascolto, di Casa Betania, opera della Caritas diocesana per le prime accoglienze di persone con disagio sociale, in particolare i giovani a rischio di emarginazione.