Riccardo-Rossi-Forli-Calcio-a-5

Arrivato dal Forlimpopoli nel mercato primaverile 2021 prima della partenza del mini campionato interregionale di Serie C1, che ha visto protagonista l’Oledinamica dopo lo sblocco dei campionati, Riccardo Rossi dopo qualche settimana di ambientamento si è ritagliato il suo spazio mettendo a registro tre reti ed un assist in altrettante presenze. Numeri che gli hanno permesso di guadagnarsi la fiducia della società che gli ha voluto dare l’opportunità di giocarsi le sue chance in maglia biancorossa fin dall’inizio della preparazione: “Sono molto contento che Riccardo sia rimasto a Forlì – commenta soddisfatto il diesse Ghirelli – quando a marzo abbiamo trovato l’accordo per il suo trasferimento era nelle mie intenzioni poterlo trattenere anche per la nuova stagione e Riccardo si è meritato sul campo la conferma. È un ragazzo giovane, educato, disponibile e con margini di crescita importanti, un profilo in linea con gli altri movimenti di mercato già annunciati. Riky dovrà essere il presente e anche il futuro di questo Forlì. Ci tengo a ringraziare la società Forlimpopoli Calcio a 5 nella persona di Gabriele Gugnoni per la disponibilità nella trattativa che ci ha permesso di trovare l’accordo per la permanenza a Forlì del ragazzo”.

Pivot che all’occorrenza si può adattare da esterno, classe 1998, nato a Forlì ma forlimpopolese di adozione calcistica infatti dopo aver fatto tutta la trafila nelle giovanili artusiane di calcio a 11 Riccardo esordisce nel futsal con la maglia del Forlimpopoli Calcio dove vive due stagioni da protagonista con 13 segnature all’esordio nel campionato di C2 e ben 15 nell’anno che visto il Forllimpopoli vincere il campionato e conquistare la promozione nel massimo campionato regionale. “La mia scelta di rimanere a Forlì anche quest’anno è stata molto pensata – racconta Riccardo Rossi – parlando con Ghirelli del progetto sono rimasto molto colpito dalla voglia di affermarsi della società per tornare quanto prima nel nazionale con un progetto di crescita graduale incentrata sui giovani. Avere l’occasione di poter giocare per una società con questo blasone a poi fatto la differenza nella scelta, una società verso la quale, anche da avversario, ho sempre portato tanto rispetto”.