donazione-allospedale-di-Monstar

L’Istituto Romagnolo per lo Studio dei Tumori “Dino Amadori”, Croce Verde Bidente e la Protezione Civile di Meldola sono protagonisti in questi giorni di un grande gesto di solidarietà internazionale. Cinquanta letti ospedalieri perfettamente funzionanti, donati da Irst a seguito di un recente ammodernamento dei letti utilizzati in Degenza e nei Day Service, saranno consegnati grazie alla collaborazione tra Protezione Civile di Meldola e Croce Verde Bidente, all’ospedale di Mostar città della Bosnia ed Erzegovina.

Croce Verde Bidente, impegnata da anni in progetti umanitari, e la Protezione Civile di Meldola riescono, grazie ai tanti volontari che hanno collaborato, a realizzare un progetto straordinario che afferma, ancora una volta, il principio della solidarietà fra i popoli.
Un grazie particolare alla ditta Ceredi di Meldola per aver messo a disposizione uomini e mezzi per le operazioni di preparazione al trasporto dei letti e alla ditta E.P. Di Errichetti Domenico E Pace Vita di Meldola per la concessione degli spazi di stoccaggio provvisorio delle attrezzature sanitarie in attesa della partenza” commenta il sindaco di Meldola Roberto Cavallucci.

In un momento simbolico davanti ai letti pronti per la partenza verso il paese bosniaco, che avverrà martedì, erano presenti Giorgio Martelli direttore generale di Irst, Romano Paglia presidente della Croce Verde Bidente accompagnato da Loris Venturi (da sempre impegnato in operazioni umanitarie verso il popolo bosniaco), Gabriele Buono presidente della Protezione Civile di Meldola accompagnato dai volontari Silvio Servadei e Gildo Bartolini, la ditta Ceredi rappresentata da Serse e Lucio Ceredi.
L’Amministrazione Comunale nella persona dell’assessore Filippo Santolini, nel ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile questa iniziativa, ha espresso viva soddisfazione per questo progetto umanitario che testimonia grande attenzione e altruismo verso il prossimo.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO