Fumettoteca Dante

La Fumettoteca regionale Alessandro Callegati ‘Calle’ ha ricevuto l’invito da parte del Ministero della Cultura per l’invio della documentazione relativa agli eventi danteschi promossi dall’ente, allo scopo di inserirli nel catalogo nazionale. Il Segretariato Generale del Servizio I Organizzazione e Servizio VI Eventi, Mostre, Manifestazioni del Ministero della Cultura, Arch. Alessia Cerqua, ha inoltrato l’invito alla sede fumettotecaria specificando che il Ministero intende partecipare, con un proprio spazio allestito, alle principali iniziative ed eventi di carattere culturale in programma questo autunno.

“Per tale motivo, in considerazione delle Celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri in corso, ampio risalto verrà dato alle attività relative alle celebrazioni per l’anniversario del Sommo Poeta, e in particolare a quelle patrocinate dal Comitato Nazionale per le Celebrazioni dei settecento anni”. Ovvero anche i 4 eventi nazionali/internazionali promossi dalla realtà di Forlì, un poker di successo grazie alla professionalità, esperienza e serietà dello Staff Fumettoteca. Nell’invito il Segretariato Generale terminava affermando che “Si auspica vivamente la Vs. partecipazione, tramite l’invio di materiale che potrebbe essere utilizzato nell’allestimento dello stand istituzionale MiC”.

Partiti a marzo con la seconda edizione del “Dantedì”, promossa e coordinata dal Ministero della Cultura, proponendo l’evento dal titolo “Dante: 1, 100, 1000 volti”, per raccontare con l’arte del fumetto i volti, le espressioni e i momenti incredibili che, grazie all’estro artistico. Per il mese di aprile l’esclusivo evento, con i prestigiosi patrocini del Comitato Nazionale per la Celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, della Regione Emilia-Romagna e de Il Resto del Carlino, dal significativo titolo “Il giro del Mondo Dantesco in 80 Fumetti!” ha selezionato e riunito 80 pubblicazioni realizzate in 15 nazioni, arricchito da alcuni inediti con le suggestioni dantesche di vari autori tra i quali Davide Fabbri. A seguire per maggio, con l’adesione alla Manifestazione Nazionale “Il Maggio dei Libri”, la specifica ed unica ricerca geografica fumettistica su Dante, ovvero l’esclusiva Mappa Interattiva, è implementata e aggiornata. A giugno con l’adesione annuale della ricorrenza internazionale, il “World Blood Donor Day” è promosso l’evento dal titolo “Dante del Rosso Sangue – Tracce di sangue nella Commedia”. E non è finita qui, altri eventi sono al momento presenti e altri ancora saranno proposti più avanti.

Lodevoli apprezzamenti ed elogi, per queste innovative ed esclusive proposte, ci sono pervenuti da tutta Italia e da molte parti del mondo, come ad esempio dagli U.S., Stanford University, Florida State University, curatori del Dante Today, archivio che funge da repository e crowd-sourced per portare alla luce la presenza sostenuta di Dante nella cultura contemporanea. Riscontri più che positivi per tutte le proposte, come per l’esclusiva Mappa Interattiva che ad oggi vede oltre 80.000 visualizzazioni, è senza alcun dubbio una conferma di validità degli eventi realizzati. La mappa, in continuo aggiornamento, per la prima volta offre un panorama esaustivo di quanto realizzato fumettisticamente sul Sommo Poeta e la sua opera. Molto positivo anche l’adesione da parte di Case Editrici e autori che hanno ritenuto adeguato partecipare gratuitamente al progetto. Un grande impegno formato da proposte per la riscoperta del genio dantesco e della potente fortuna del suo immaginario, senza dimenticare gli ovvi i collegamenti alle azioni fondamentali per il raggiungimento degli importanti Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) dell’Agenda 2030 dell’ONU, obiettivi che possono favorire lo sviluppo del senso di appartenenza e di comunità, in grado di assumere un significato e un valore ancora più profondi.

CONDIVIDI
Articolo precedenteTre gare amichevoli per l'Unieuro prima della Supercoppa
Articolo successivo“Macinare cultura” al Mulino Biondi di Castel dell'Alpe
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.