mastabon-2021

“Ma sta bon” tipica locuzione del dialetto romagnolo che impone il silenzio onde evitare di ascoltare ulteriori sciocchezze, infatti la traduzione non lascia scampo ad ulteriori interpretazioni: “Ma stai zitto”. Ma all’Atletica 75 Cattolica, in particolare a Massimo Piovaticci responsabile regionale delle prove multiple dell’Emilia Romagna, non poteva sfuggire l’attinenza con la disciplina del salto con l’asta che segue da diversi anni. Infatti è stato sufficiente inserire nella frase una piccola modifica inserendo l’apostrofo fra le prime due parole e coinvolgere il comune di Cattolica. Nasce così “M’asta bon“, uno degli eventi più originali e spettacolari dell’atletica leggera organizzato in collaborazione che si svolge con cadenza biennale nella bellissima Piazza delle Sirene, luogo di ritrovo e teatro delle principali attività culturali di Cattolica.

Ma l’edizione M’Asta bon 2020 non organizzata per gli ovvi motivi di emergenza sanitaria e rimandata al 2021, è stata decisamente travagliata: tanti dubbi fino all’ultimo e format completamente rivisitato (non ad invito bensì ad iscrizione diretta). Ma lo spirito di questa iniziativa doveva essere mantenuto vivo. Così la biennale dell’atletica leggera del salto con l’asta di Cattolica è tornata in scena mercoledì 28 luglio anche se non è stato possibile utilizzare la classica location in Piazza delle Sirene, ma l’evento si è svolto al campo di Atletica di Cattolica.

La Libertas Atletica Forlì si presenta con tre specialisti, una circostanza storica perché oltre al decathleta di ottimo livello Francesco Amici, scendono in pedana il master M45 nonché tecnico della società proprio del salto con l’asta GianMichele Ruggeri e la sua atleta Chiara Giorgetti, all’esordio nella disciplina dopo soli pochi allenamenti all’attivo. Inizia la gara con l’accattivante descrizione tecnica dello speaker che spiega in modo dettagliato pregi e difetti di ogni salto. Un’occasione che gli atleti della Libertas Atletica Forlì non si lasciano sfuggire piazzandosi al primo e secondo posto nella categoria maschile con Francesco Amici che migliora il personale a 3,70 m e GianMichele con l’ottimo 3,00 m al rientro alle gare dopo 20 anni, mentre Chiara Giorgetti vola, è proprio il caso di dire, all’ottima misura di 2,55 m terminando la gara al 9° posto nella categoria femminile.