Casa-Domus-Coop-benedizione

Pur in un periodo di emergenza come quello che stiamo vivendo da oltre un anno, la cooperativa forlivese Domus Coop continua a guardare avanti: ieri don Enzo Scaioli, parroco di Coriano, ha impartito una particolare benedizione sul neonato cantiere di Casa Santa Margherita, affidandolo alla protezione di Santa Margherita da Cortona e di San Giuseppe. Presenti all’evento il direttore di Confcooperative Romagna Andrea Pazzi, il segretario Mirco Coriaci, i referenti territoriali de LA BCC ravennate forlivese e imolese, i tecnici e le maestranze.

La nuova struttura, che sarà completata entro settembre 2022, sorgerà a fianco degli altri edifici Domus Coop di via Tovini e si svilupperà su tre livelli: il piano terra ospiterà nuclei mamma-bambino, il terzo piano gli uffici amministrativi della cooperativa – che lasceranno quindi la storica sede di via Allegretti – mentre il secondo piano verrà riservato a nuove progettualità in corso di definizione.

L’evento è stato aperto dalle parole di Angelica Sansavini, presidente Domus Coop: “Come consuetudine affidiamo ai nostri santi la protezione del cantiere e delle maestranze che ci lavorano. Abbiamo necessità di offrire una bella casa e dei luoghi accoglienti ai nostri ragazzi e alle nostre mamme, inoltre ci spostiamo dalla sede storica dopo 40 anni: siamo convinti che la vicinanza con gli operatori sarà di grande aiuto”. La presidente ha concluso il suo intervento ringraziando i partecipanti: “è il segno che stiamo lavorando insieme”.