L'allenatore-Giovanni-Cornacchini-a-destra-e-il-presidente-Cappelli-a-sinistra

Il Forlì ha scelto l’allenatore. Si tratta di Giovanni Cornacchini, nato a Fano il 22 luglio 1965. Da allenatore ha guidato Cagliese, Sansepolcro, Città di Castello (portato n serie D), Fano, Fermana, Civitanovese, Ancona (ha vinto il campionato di serie D con tre turni di anticipo), Viterbese, Gubbio e Bari. Col club pugliese ha vinto il torneo di serie D nella stagione 2018/19. Nella stagione successiva, in LegaPro, era stato poi esonerato.
Da giocatore Giovanni Cornacchini vanta una lunghissima carriera, nel ruolo di attaccante, avendo indossato le maglie di Milan (davanti aveva giocatori come Van Basten e Gullit giocando 3 partite anche a Torino con la Juve), Bologna, Perugia, Fano, Foligno, Reggiana, Piacenza, Vicenza, Padova, Castel di Sangro, Ternana.

Lo scorso anno subentrò alla Fermana a Mauro Antonioli ai primi di dicembre e per lui fu un ritorno: promozione sfiorata nella stagione 2010/11 nel duello contro l’Ancona.
La sua carriera – conferma la nota ufficiale diramata dalla società biancorossa – narra di annate di successo come quella 2008-2009 quando portò in Serie D il Città di Castello e venne insignito del titolo Panchina verde. Vinse anche ad Ancona nella stagione 2013-2014 con tre giornate di anticipo. Diventa campione anche nella grandissima piazza di Bari nel 2018-2019, comandando tutto il campionato in testa alla classifica e vincendolo con due turni di anticipo. L’ultima stagione è anch’essa un’annata di successo, avendo portato alla salvezza la Fermana in serie C. Il Forlì F.C. porge il suo benvenuto a Mister Cornacchini augurandogli buon lavoro per la sua nuova avventura in biancorosso”.

Il presidente Gianfranco Cappelli da il benvenuto a Mister Cornacchini “Sono felice della strada che stiamo intraprendendo, auguro tutto il meglio alla gestione sportiva, al direttore Massimo Andreatini e al mister Giovanni Cornacchini. La mia intenzione è sempre quella di crescere e queste scelte auspico che vadano nella direzione giusta elevando la società ad un livello manageriale superiore”.

CONDIVIDI
Articolo precedenteDante, Forlì e gli Uffizi, oltre 40.000 visitatori in due mesi
Articolo successivoQuando il Cesena era protagonista
Classe 1963, diploma in Ragioneria, iscritto all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti dal 1994. Appassionato di giornalismo e social network ha collaborato come giornalista pubblicista per la Gazzetta di Forlì, per la Gazzetta dello Sport, Corriere di Forlì, Forlì&Forlì e dal 2000 fino ad aprile 2013 per Il Resto del Carlino di Forlì. Da luglio 2011 è direttore di 4live.