bonfiglioli

Nella giornata di ieri nella sede di Confindustria centro, a Bologna, è stato siglato un ipotesi di accordo tra il sindacato Ugl metalmeccanici e il gruppo Bonfiglioli Riduttori per il premio di risultato del 2021/2022 che si andrà ad integrare con il contratto integrativo dei prossimi anni. L’intesa è valida per gli stabilimenti dell’azienda di Bologna e Forlì. In una nota congiunta il segretario regionale Emilia-Romagna Ugl metalmeccanici, Francesco Stavale, e l’Rsu Mauro Burzacchi si dichiarano “soddisfatti” per il fatto che “dopo molti incontri si sia arrivati ad una quadra sul premio di risultato”.

Adesso – aggiungono – aspettiamo il pronunciamento delle assemblee con il voto degli operai sull’ipotesi d’accordo. Il premio per i lavoratori, uguale per tutti, sarà di 1.550 euro nel 2021 e di 1.700 euro nel 2022. Oltre a questo risultato siamo molto soddisfatti perché la Bonfiglioli ha deciso di valorizzare i processi formativi e l’incentivazione al miglioramento professionale. Infatti con tre ore di formazione di cui una in azienda e due da casa l’azienda verserà una parte del premio, 350 euro, al lavoratore che la svolge volontariamente. Su queste basi, di dialogo fra azienda e sindacati, siamo fiduciosi che nel prossimo futuro miglioreranno ulteriormente per i lavoratori e le lavoratrici” concludono il segretario regionale Emilia-Romagna Ugl metalmeccanici Francesco Stavale, e l’Rsu Mauro Burzacchi.