Argirocastro Albania

Sono ritornati dall’Albania, affascinati e pieni di entusiasmo, i sei gruppi di forlivesi, ma non solo, in tutto 50 persone, con variegati interessi culturali, professionali e imprenditoriali, collegati con diverse Associazioni culturali e sportive, ospitati delle autorità albanesi dall’1 al 10 luglio nella suggestiva provincia di Argirocastro, che comprende anche l’accogliente e ospitale cittadina di Permet.

Si sono lasciati alle spalle con tanta emozione e palpabile nostalgia luoghi incantevoli, incontaminati, pieni storia e di mitologia, come il suggestivo sito archeologico di Butrinto, da lui scoperto nel 1928, passaggio obbligato di Enea prima di approdare alle coste italiane; come le calde Terme a cielo aperto di Benja; come gli antichi eremi di variegati culti religiosi, un segnale di tolleranza e di contaminazione unico in Europa; come il Parco nazionale Bredhi; come il placido mare Jonio color blu-cobalto…. ”dove vergine nacque Venere”…!

Un tour che rientrava in un progetto promosso da IOM, International Organization Migration, reso possibile grazie al finanziamento del Ministero Italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, con il coordinamento del Ministero Albanese della Diaspora, e che grazie a proficui incontri istituzionali ad ogni livello potrà avere notevoli sviluppi futuri.

I sei gruppi tematici coinvolti erano le Fattorie Faggioli, creatrici di un turismo sostenibile note in tutta Italia, e oltre; Atrium, l’organismo internazionale nato a Forlì impegnato nello studio e nella conoscenza delle architetture dei regimi totalitari di cui è ricca anche l’Albania; il gruppo Romagna Trekking; il gruppo di Archeologia dell’Università di Bologna, sede di Ravenna, già in rapporto da tempo con le autorità albanesi per aver dato i natali al bertinorese Luigi Ugolini, archeologo di fama internazionale e scopritore del prezioso sito archeologico di Butrinto, oggi patrimonio Unesco; la Compagnia Teatrale Fuori Scena; la Peppa Marriti Band, una rock band, con musicisti tutti di origini arbereshe, gli albanesi d’Italia, alcuni rappresentanti delle Amministrazioni comunali di Forlimpopoli e Cervia.