Ripartiamo

Ripartiamo”: più che una speranza una certezza, quella che ha dato il via all’idea di Alberto Martelli e dell’associazione Davide il drago odv nel compiere un giro dell’Italia in bicicletta: venti tappe, incontri formativi nelle pediatrie e tanta voglia di incontrarsi e ricominciare a fare rete. Un messaggio importante quindi, quello lanciato da questa carovana composta da quattro ciclisti ed i volontari dell’associazione: se il Covid ci ha fatto tenere le distanze, non ha fermato la voglia di collaborare, costruire e mettere in atto tanti nuovi progetti.

L’associazione Davide il drago, nata sette anni fa per volere di Michele Grillo, papà di Davide, scomparso in tenera età, ha come obiettivo l’aiuto ai bambini ed adolescenti malati, alle loro famiglie ed agli operatori. Della stessa idea il gruppo, con sede a Chiari, “Nel ricordo di Nicolas”: Agostino, Fabiana, Sabrina e Giovanna (padre, madre, sorella e cugina) tengono viva la memoria del piccolo bambino scomparso a 6 anni nel 2014, con l’idea di trasformare un grande dolore in qualcosa di utile alle altre famiglie che vivono in una situazione di sofferenza. Sedi diverse ma obiettivi comuni che hanno permesso al gruppo degli amici di Nicolas di entrare a far parte della famiglia di Davide il drago che, grazie alla forte intesa e collaborazione con il primario della pediatria di Garbagnate (ora in pensione) Alberto Martelli, hanno dato vita al progetto “Ripartiamo”.

Tanti gli obiettivi messi in campo dall’iniziativa: incontrare i medici di tutta Italia e proporre loro momenti di formazione e riflessione, creare rete tra le associazioni, promuovere lo sport ed il movimento. Non solo: se si pensa allo sforzo della pedalata, al raggiungimento difficile della meta, creare un parallelismo con le malattie viene automatico. Il malato percorre faticosamente un cammino verso la guarigione, (l’arrivo), attorniato da tutti coloro i quali fanno il tifo per lui; familiari, operatori ed amici, gli si stringono intorno e lo spingono con amore verso il traguardo, pronto alla ripartenza. Malattia non più vista come momento di sofferenza ma come sfida verso la guarigione e come “abbraccio” virtuale tra chi lotta e chi incoraggia il raggiungimento della meta.

Un giro dell’Italia che porterà ciclisti, volontari e tutti coloro che vorranno sostenere l’iniziativa unendosi alla compagnia, a conoscere luoghi del patrimonio paesaggistico e monumentale nazionale, ma anche persone, usanze e tradizioni. Perché allora non mettere al centro di questo grande abbraccio virtuale i bambini, formando una catena umana di solidarietà che arrivi in tutti gli ospedali e le città d’Italia? Questo è “Ripartiamo”. Di seguito le tappe, le date, le pediatrie e le associazioni che verranno toccate:

Pavia 14 giugno, Parma 15 giugno, Bologna 16 giugno, Castrocaro Terme 17-18-19-20 giugno, Firenze 21 giugno, Empoli-Lucca 22 giugno, Pisa 23 giugno, Grosseto 24 giugno, Roma 25-26-27 giugno, Aversa 28 giugno, Napoli 29 giugno, Matera 30 giugno-1 luglio, Policoro 2 luglio, Crotone 3-4 luglio, Catanzaro 5 luglio, Reggio Calabria 6 luglio, Messina 7-8 luglio, Cefalù 9 luglio, Palermo 10-11 luglio, Pantelleria 12 luglio.