Treno alta velocità Italo

Abbiamo appreso con enorme soddisfazione che la società ferroviaria privata Italo collegherà direttamente Forlì con alcune importanti mete tra le quali la capitale. Le parole del direttore commerciale della società Fabrizio Bona ci hanno fatto comprendere quanto la nostra città sia diventata un punto di grande interesse per tutti i vettori su gomma, strada e aeroportuali. Siamo finalmente usciti dall’isolamento che per anni la nostra Città ha dovuto subire: l’aeroporto chiuso, un sistema viario alquanto precario e il traffico ferroviario che escludeva Forlì come zona di interesse sulla quale effettuare investimenti” è il commento di Alberto Zattini direttore di Confcommercio.

I rappresentanti di Italo hanno sottolineato, cosa per noi assolutamente scontata, che gli investimenti fatti dall’Amministrazione comunale sull’università, dalla Fondazione Cassa dei Risparmi sugli eventi culturali (in primis le grandi mostre) e dalla società Forlì Airport hanno caratterizzato il nostro territorio come un punto di interesse ed uno snodo di insostituibile importanza. Siamo finalmente sulla strada giusta e dal 13 giugno chi vuole raggiungere il nostro territorio lo potrà farlo oltre che in auto, in aereo, anche in treno” continua Zattini.

Questo investimento, che auspichiamo non sia l’ultimo da parte del sistema ferroviario, renderà più agevole l’attività di incoming, cioè quell’attività finalizzata ad attirare a Forlì i turisti e visitatori attratti dall’enorme patrimonio artistico, ambientale, culturale, termale e da una offerta eno-gastronomica non seconda a nessuno. Ci auguriamo che presto la stessa Italo implementi il numero delle corse giornaliere al servizio della nostra città e del nostro territorio” conclude il direttore di Confcommercio.