Basket-TORINO-UNIEURO

Reale Mutua Torino – Unieuro Forlì: 84-89

Reale Mutua Torino: Bushati (0/2, 0/1), Campani 8 (1/4, 2/2), Clark 24 (2/4, 5/8),Toscano (0/1, 0/3), Cappelletti 13 (4/6, 1/1), Pagani n.e, Penna (0/1 da tre), Diop 17 (4/9, 1/1), Origlia n.e, Alibegovic 10 (3/4, 1/6), Pinkins 12 (3/5, 2/4). All.: Cavina.
Tiri da due: 17/35 (49%). Tiri da tre: 12/27 (44%). Tiri liberi: 14/18 (78%). Rimbalzi: 39 (24+15). Assist: 21.
Unieuro Forlì: Giachetti 2 (1/2, 0/1), Bruttini 14 (6/11), Natali 8 (0/1, 2/3), Roderick 18 (4/4, 1/4), Rodriguez 5 (0/1, 1/5), Rush 14 (3/5, 2/6), Bolpin 3 (1/4 da tre), Landi 25 (5/5, 4/6), Campori, Dilas n.e. All. Dell’Agnello.
Tiri da due: 19/29 (66%). Tiri da tre: 11/29 38%). Tiri liberi: 18/22 (82%). Rimbalzi: 24 (20+4). Assist: 16.
Parziali: 25-24; 45-42; 64-63.
Arbitri: Tirozzi, Raimondo, Morassuti.

Forlì è concreta, cinica e soprattutto vincente trascinata da un Landi super (25 punti, 5/5 da due, 4/6 da tre, 5 rimbalzi, un recupero). Parte bene la squadra di casa con un Diop ispirato (7-2). Una bomba di Natali e un canestro di Landi (nella foto di Matta – Ciamillo Castoria in entrata) rimettono le cose a posto (7-7), ma poi un’altra bomba del “Sindaco” Natali e Landi l’Unieuro va sul +5 (9-14). Torino ovviamente non resta a guardare e con Pinkins e Cappelletti rintuzza (13-14). Forlì trova continuità offensiva (13-19), ma all’8′ Cappelletti pareggia (22-22). Il primo quarto la Reale Mutua chiude in leggero vantaggio (25-24).

Nella seconda frazione i piemontesi sembrano più convinti e tornano avanti (35-30), Dell’Agnello si arrabbia e chiama time out. Gli effetti si vedono anche se la gara pare bloccata sul fronte offensivo. Seppur lentamente i romagnoli ricuciono lo strappo (35-36 al 16′). Cappelletti e Pinkins ci riprovano e il primo tempo dice -3 per Forlì (45-42).
Terzo quarto abbastanza asfittico dal punto di vista offensivo per entrambe le contendenti: grazie ai liberi di Roderick i biancorossi restano attaccati alla Reale Mutua. Negli ultimi minuti Landi è mortifero e con 11 undici punti consecutivi il quarto resta equilibrato (66-63).

Nell’ultimo periodo si decide tutto: Bolpin e Roderick insaccano da tre ma la gara resta punto a punto. La quarta tripla del secondo tempo di Landi è seguita dall’appoggio di Bruttini per il vantaggio Unieuro (75-76). Giachetti risponde alla tripla di Campani, che sarà l’ultimo canestro dal campo casalingo nei successivi 5′. Dalla difesa nasce la vittoria Unieuro. In attacco, segna T-Rod, poi Rush e Bruttini con il canestro che vale il +6 (81-87). I due liberi di Roderick sono quelli del game-set-match: l’Unieuro sbanca il PalaRuffini.

Dell’Agnello a fine match: “Contro una squadra di alto livello abbiamo giocato una partita d’alto livello. Per vincere quindi non poteva bastare nulla di meno. Faccio i complimenti ai miei ragazzi per questa vittoria ottenuta con temperamento, altruismo e buona pallacanestro. È stata una sfida anomala, perché tra due squadre che hanno fatto della sostanza difensiva in stagione una delle loro caratteristiche, il punteggio è stato alto, con gli attacchi che hanno messo in difficoltà le difese, anche se negli ultimi minuti la nostra è stata comunque esemplare”.