san giacomo orchestra

Il secondo appuntamento della rassegna “Note per Dante. Per la prima volta la musica in mostra” vede protagonista l’Ensemble Micrologus: Patrizia Bovi (canto, arpa, buccina), Gabriele Russo (viella, ribeca, buccina, piffero), Goffredo Degli Esposti (flauto diritto, doppio flauto, cornamusa, cennamella), Peppe Frana (liuto, chitarrino), Enea Sorini (canto, percussioni).

L’Ensemble Micrologus farà rivivere le musiche tipiche del periodo dantesco, tra canzoni e ballate tipiche dei trovatori del tredicesimo secolo, per descrivere l’ambiente musicale di riferimento per il pensiero del Sommo Poeta. Un excursus che parte proprio dalle citazioni che Dante fa dei più importanti trovatori del XII e XIII sec.

Il concerto si terrà domenica 16 maggio, alle ore 19,00, nell’ex Chiesa di San Giacomo a Forlì. L’ingresso è riservato ai soci e ai sostenitori di ForliMusica, previa prenotazione. Per chi volesse sostenere ForlìMusica è possibile fare una donazione o associarsi sul sito web www.forlìmusica.it. Inoltre sarà possibile seguire il concerto in diretta streaming iscrivendosi, gratuitamente, sul Media Center di ForlìMusica.

I musicisti dell’Ensemble Micrologus sono stati tra i primi a contribuire alla riscoperta della musica medievale e dello spirito con cui fare questa musica oggi. Infatti, attraverso la ricerca e lo studio delle fonti dirette e indirette è oggi possibile basare l’interpretazione della musica medievale su verosimili ipotesi di prassi esecutiva ed in generale di estetica musicale. La ricerca delle fonti, le indagini storiche, paleografiche, organologiche ed iconografiche (che hanno permesso, in certi casi, di ricostruire strumenti musicali unici), lo studio e la comparazione dell’etnomusicologia sono alla base del lavoro dell’Ensemble Micrologus.