L’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli di Forlì al servizio della cultura

0

I funzionari ADM (Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli) di Forlì-Cesena, nell’ambito della loro attività di controllo, hanno autorizzato la temporanea importazione di varie opere d’arte provenienti da collezioni pubbliche e private, e in parte da paesi extra-UE per l’allestimento di una mostra.

Ai Musei San Domenico di Forlì, dopo mesi di restrizioni e chiusure a causa della pandemia, si terrà infatti la mostra dal titolo “Dante. La visione dell’arte”, aperta al pubblico dal 30 aprile e visitabile fino all’11 luglio, realizzata dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì in collaborazione con la Galleria degli Uffizi di Firenze nel Settecentesimo anniversario dalla morte del “Padre della lingua Italiana”.

Fra le opere d’arte spicca “Il saluto di Beatrice” (The Salutation of Beatrice) olio su tela datato 1880-1882 del pittore Dante Gabriel Rossetti (London, 1828 – Kent, 1882), proveniente dal Toledo (Ohio-USA), Museum of Art, opera di notevole caratura, assicurata per un valore di $ 9.000.000 (nove milioni di dollari).
La temporanea importazione consente la permanenza nel territorio dello Stato Italiano dell’opera d’arte per un determinato periodo di tempo. Indispensabile ai fini del rilascio della predetta autorizzazione è il relativo Nulla Osta ricevuto dal Ministero della Cultura, in riferimento ai beni di interesse culturale e di opere artistiche di autori non più viventi, o la cui esecuzione risalga a più di settanta anni, per gli scopi tassativamente previsti dalla legge.