Davide Enia in “Maggio ’43” al Teatro Diego Fabbri

0

Il Teatro Diego Fabbri di Forlì ospiterà, giovedì 27 maggio alle ore 21,00, “Maggio ‘43” di Davide Enia, riallestimento della pièce che nel 2004 pose l’artista palermitano all’attenzione e alla visibilità nazionali. Co-prodotto da Fondazione Sipario Toscana e Accademia Perduta/Romagna Teatri, lo spettacolo si avvale delle musiche in scena di Giulio Barocchieri.

Il testo trae linfa da una serie di interviste a persone che subirono i bombardamenti palermitani durante il secondo conflitto mondiale. Dalla loro narrazione e dai frammenti di memoria raccolti principia l’elaborazione drammaturgica, che scompone e intreccia e rielabora queste testimonianze, per poi incastonarle in un’unica storia. Ne esce il ritratto di tempi cupi, in cui necessario era ingegnarsi per sopravvivere. Tempi malati e bugiardi, cinici e bari, che assomigliano a quelli di oggi.

“Cos’è la notte quando tanto arriva sempre l’urlo della sirena d’allarme per i bombardamenti notturni? Cos’è che non ce la faccio più a mangiare sempre pane nero e allora cerco di pescare le anguille? Cos’è strisciare contro i muri per non farsi vedere dalla milizia fascista? Cos’è cercare l’amuchina al mercato nero? Cos’è che mi servono 1800 lire per le medicine e non so come recuperarle? Cos’è vedere il massacro di Palermo il 9 maggio ’43 e camminarci dentro e non ci sono più le case e nemmeno le strade e non si vede niente che c’è polvere e fumo dappertutto ma comunque quello che vedi nemmanco si riconosce?”

Biglietti: da 15 a 27 euro. Prevendite: dal lunedì al sabato dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 16,00 alle ore 18,00. Prenotazioni telefoniche allo 0543/26355: nei giorni di prevendita a partire dalle ore 11,00. Vendita online su Vivaticket. Nella sera dello spettacolo la biglietteria di corso Diaz aprirà un’ora prima dell’inizio della rappresentazione.